Foto © Arne Hückelheim / Wikimedia Commons
Foto © Arne Hückelheim / Wikimedia Commons

Francoforte – Nel Bahnhofviertel va tutto secondo i piani. Il quartiere è sempre più la sede della “classe creativa” della città e il processo di gentrificazione sembra svilupparsi nel modo previsto dall’amministrazione. Atelier e aziende impegnate in quello che a volte viene definito capitalismo cognitivo.

In poche parole, l’idea è che la zona adiacente la stazione si trasformi in distretto produttivo legato a lavori intellettuali, alla messa al valore delle idee. Ma c’è un “ma”. Tutto sembra filare liscio, infatti, ma un problema ciò che sembra preoccupare i rappresentanti che siedono al Roemer è il commercio di droga. In particolare è la Taunusstrasse, nello specifico tra la Mosel- e la Weserstrasse, a creare problemi.

Per questo i Grüne hanno presentato un documento che stabilisca un maggior impegno da parte delle autorità nella lotta al commercio di stupefacente illegali. Ultima vittima della pesante situazione il supermercato Netto che ha chiuso qualche tempo fa e con questo a farne le spese non è stato solo il proprietario, ma ovviamente anche tutti gli abitanti del quartiere che se ne servivano.

Causa dell’attuale problem sarebbe la scarsa attenzione della politica la quale avrebbe permesso il radicarsi dello spaccio coinvolgendo anche alcuni esercizi commerciali del quartiere. A tutto ciò dovrebbe cominciare a porre rimedio il documento dei verdi.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte Francoforte su Facebook!