[© Bruno / CC BY-SA 2.0 / remixed]
Bruno / CC BY-SA 2.0 / remixed]
di Nora Cavaccini*

Io e lui ci diamo sempre le spalle.
Non l’ho mai visto in faccia, né mai lo vedrò.
Pure, se lo immagino, lo farei simile a me; con la stessa pelle diafana, della medesima età rozza e incosciente.
Siamo vicini, ma lontanissimi.
Guardiamo in direzioni opposte, ma con gli stessi occhi.
Indossiamo entrambi una cravatta e un cappello.
Solo i nostri colori sono diversi, ed è in questo dettaglio l’abisso che ci separa.
Lui è altro da me o forse siamo la stessa cosa.
Siamo estranei, ma fratelli.
Portiamo lo stesso nome.
Senza sapere chi è lui, senza sapere chi sono io, la gente ci chiama Charlie.
Siamo ritagliati in uno spazio bianco, in apparenza senza memoria, e da lì l’uno può guardare il sole soltanto sorgere, e l’altro solo tramontare.
Che a questo per noi si riduce l’Est, a questo l’Ovest.
Ai nostri piedi brulica una città che già più non ci appartiene.
Siamo soli.

Naviga la mappa per foto e informazioni sui luoghi che hanno ispirato il racconto.

☟⬇⬇↓☟

* Questo post è stato pubblicato originariamente su Povera Ma Sexy – Postkarten aus Berlin, un progetto di Nora Cavaccini. Segui il progetto su Facebook.

Povera Ma Sexy – Postkarten aus Berlin è un “viaggio” fisico e letterario. Un percorso che nasce dall’esperienza personale di chi scrive ma che, al tempo stesso, può rappresentare una via alternativa per scoprire la città. Per tutti coloro che, in un modo o nell’altro, ne subiscono il fascino. Berlinesi e non.

Ogni post è costituito da un breve un racconto. A ogni racconto è associata una mappa. Qui, cliccando sugli indicatori, comparirà una descrizione. Si tratta di informazioni “turistiche” che non mirano ad essere esaustive ma a collocare meglio il racconto nei luoghi che lo hanno ispirato.