Plus Hostels website
Foto © NzatFrankfurt / flickr / CC BY-ND 2.0
Foto © NzatFrankfurt / flickr / CC BY-ND 2.0

Bannerino_FrancoforteFrancoforte – Inizia domani uno degli appuntamenti più importanti dell’estate francofortese. Nonostante infatti la bella stagione non sia praticamente mai arrivata anche quest’anno si terrà il Museumsuferfest, la festa della Museumsufer. Tre giorni, dal 29 al 31 agosto in cui, lungo gli otto chilometri di rive del fiume dal Ignatz-Bubis-Brücke all’Holbeinsteg saranno allestiti innumerevoli palchi e stand.

A partecipare la maggior parte dei musei cittadini, più associazioni e gallerie e anche alcune altre realtà come Radio X o un palco allestito dalle associazioni LGBT. Ogni anno questa manifestazione attira per strada l’incredibile folla di circa tre milioni di visitatori. Ed effettivamente, se ci siete stati gli anni passati, già sapete quanto sia difficile farsi strada tra le persone per raggiungere qualsiasi cosa abbiate deciso di dover raggiungere.

Il programma è come al solito sterminato e consultabile online. Durante la tre giorni sarà possibile anche acquistare un pass a 7 euro per avere accesso diretto a tutti i musei partecipanti (ovviamente, di nuovo, folla permettendo).

Foto © Martin Krollkowski / flickr / CC BY 2.0
Foto © Martin Krollkowski / flickr / CC BY 2.0

Il Museumsuferfest è uno di quei momenti in cui la città veramente prende vita, forse l’ultimo momento prima dell’arrivo dell’inverno e l’inizio del letargo. Nonostante le difficoltà a muoversi tutti sono felici e sembrano godersi una socialità fuori-controllo e disordinata come di fatto è quella del Museumsuferfest. Ogni volta che si verificano questi rari momenti a Francoforte non si può che chiedersi, osservando i volti sorridenti e stressati dei passanti, come mai se sono così felici non lo fanno un po’ più spesso?

Magari non così in grande, basterebbe anche qualcosa di più ridotto. Sarebbe forse sufficiente chiudere due strade nel Bahnhofviertel, come durante la Bahnhofviertelnacht di qualche giorno fa, per ricreare un quartiere dove la gente effettivamente prende possesso delle strade e si gode una socialità diffusa abitando lo spazio pubblico e non stando rintanata in qualche locale. Non sempre, una volta a settimana, almeno d’estate, come se fosse normale e non un mega-evento.

Foto © Martin Krollkowski / flickr / CC BY 2.0
Foto © Martin Krollkowski / flickr / CC BY 2.0

[ale.gra]

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte Francoforte su Facebook!