Plus Hostels website

startup hi-tech smau

di Angela Fiore

Le startup italiane che vogliono farsi notare all’estero hanno una vasta rosa di possibilità, presso fiere internazionali di ogni genere e dimensione. Da quattro anni, tuttavia, uno dei più importanti eventi del settore nel cuore d’Europa è interamente made in Italy. SMAU, con il suo roadshow, porta ogni anno a Berlino alcune delle idee più innovative provenienti dal nostro Paese e le colloca su un palcoscenico globale. Dopo esserci occupati delle più innovative e interessanti startup ecologiche e dello speciale parterre di startupper presentato dall’Innovation Lab di Intesa Sanpaolo, oggi vi presentiamo quattro startup che si sono distinte per l’alto contenuto tecnologico e innovativo delle loro proposte. Questi sono i nomi che portano l’industria 4.0 italiana nel mondo.

Hevolus: realtà virtuale, per acquisti reali

La bella realtà di Hevolus è nata in Puglia e si è affermata ben presto sul mercato internazionale, grazie alle sue brillanti innovazioni ad alto contenuto tecnologico. L’azienda si muove in un settore prevalentemente B2B, con focus sull’industria dell’arredamento. Incontrando il loro team a Berlino, si ha l’impressione di vivere già nel futuro e – per una volta – in un futuro in cui farebbe piacere vivere. E non solo per le tecnologie avanzatissime che sono alla base del loro ultimo progetto, ma perché i rappresentanti dell’azienda ci tengono a ribadire prima di tutto che il loro management è composto in prevalenza da donne. A Palazzo Italia, Hevolus ha presentato una serie di servizi che utilizzano la realtà virtuale, la realtà aumentata e la mixed reality con Hololens per offrire un’esperienza di acquisto completamente nuova, nell’ambito dell’architettura e dell’arredamento d’interni. Nello specifico, l’attenzione è tutta sulla soluzione Wüdesto, nata dalla partnership strategica con la multinazionale Würth. Lo scopo era quello di fornire un supporto alla vendita per le aziende del legno e dell’arredo artigianale, tramite la creazione di un’esperienza coinvolgente per l’utente. A questo scopo Hevolus ha creato Wudesto e He-Cinebox: due soluzioni basate sulla realtà virtuale e la realtà aumentata, che permettono all’utente di utilizzare caschi e visori per visualizzare il progetto finito prima di acquistare gli elementi d’arredo. Il progetto aveva già vinto il premio SMAU 2017 per l’innovazione e oggi in Italia conta più di 500 clienti.

Digital Tree: l’ecosistema dell’innovazione

Digital Tree è una delle realtà più innovative di questa edizione di SMAU. Si tratta di un progetto ambizioso, con base a Genova, che ambisce a creare un vero e proprio ecosistema dell’innovazione, mettendo in campo una serie di condizioni propedeutiche alla crescita delle idee. I principali ambiti di attività sono quelli legati al machine learning, al cognitive computing e all’intelligenza artificiale. L’approccio è verticale, ovvero si orienta verso questi temi attraverso molteplici settori di attività e diverse industrie. Digital Tree, fedele al proprio nome, si compone di diversi “rami”. La Digital Tree Academy, collegata all’università di Genova, si occupa del lato formativo dell’innovazione, organizzando corsi e attività didattiche volte a sviluppare le competenze specifiche richieste, soprattutto in relazione ad AI e machine learning. I corsi sono destinati a tutti: bambini e ragazzi, studenti universitari e personale delle aziende. C’è poi lo Startup Hub, che si occupa di supportare attivamente le startup che operano negli ambiti sopra indicati, per aiutarle ad affermarsi sul mercato. Questo scopo viene raggiunto in diversi modi: ci sono percorsi formativi personalizzati, corsi di gestione manageriale e il supporto costante di un team di esperti che valutano il potenziale delle startup e aiutano i fondatori a individuare le strategie più efficaci. Infine, c’è il settore Open Innovation, che pertiene tanto al settore privato quanto a quello pubblico. Lo scopo è favorire la formazione di sinergie positive fra startup e aziende private o pubbliche amministrazioni, così che le realtà più affermate possano aiutare quelle emergenti ad affermarsi e, in cambio, trarre giovamento dal loro potenziale innovativo. Tutte le attività di Digital Tree sono volte a generare un impatto complessivo sul territorio che sia positivo e improntato alla tutela ambientale e alla responsabilità sociale.

Tolemaica e OwnClick: foto con un valore legale

Tolemaica è una startup innovativa che ha presentato a Berlino il progetto OwnClick: una soluzione sicura, semplice e tecnologica a un problema che ha creato non poche controversie legali in passato: la datacertazione delle foto. Che cosa vuol dire? Datacertare una foto vuol dire stabilire con certezza quando tale foto sia stata scattata e da chi, così da poter dare alle immagini valore legale in diversi contesti. È questo il caso di chi voglia denunciare illeciti che avvengano in luoghi pubblici, abusi edilizi o incidenti stradali. Le foto certificate da OwnClick hanno valore probatorio e legale e possono anche essere comprate e vendute all’interno della piattaforma stessa. OwnClick può essere utilizzato sia tramite il sito ufficiale che tramite l’applicazione per iPhone o Google.

My Circle: condividere la cultura, creare comunità

My Circle è un progetto giovanissimo e ancora in fase di lancio, che mira a creare nuove dinamiche di acquisto nel settore culturale e dell’intrattenimento. Si tratta di un aggregatore spontaneo, pensato per connettere persone che abbiano intenzione di acquistare biglietti per la stessa attrazione (per esempio un museo o un parco divertimenti) e permettere di effettuare acquisti di gruppo, allo scopo di abbattere i costi fino al 50%. L’ambizione del team di MyCircle – che non può che rendercelo estremamente simpatico – è quella di ridurre i costi della cultura, per renderla accessibile a tutti. L’idea è quella di creare community virtuali per l’acquisto, ma anche per la condivisione dell’esperienza vera e propria. In questo senso My Circle funziona quasi come un’agenzia di viaggi tradizionale, che aiuta i propri clienti a ottenere i prezzi migliori.