Foto © O de Andrade / Wikimedia Commons / CC BY-SA 2.0
Foto © O de Andrade / Wikimedia Commons / CC BY-SA 2.0

Bannerino_FrancoforteFrancoforte – “Italiani all’estero: la consapevolezza dei nostri diritti” si intitolano così gli incontri on-line organizzati dal gruppo Facebook Italiani a Francoforte e dintorni. Si tratta di una interessante iniziativa per diffondere le conoscenze fondamentali riguardo le istituzioni tedesche (o degli Italiani all’estero) organizzata dagli amministratori del gruppo, il quale,di fatto, è un punto di riferimento per buona parte dei migranti arrivati da queste parti da quando è cominciata la crisi (si pensi solo che conta oltre seimila iscritti in crescita costante).

Abbiamo parlato con Giovanni Perrini coordinatore del progetto per farci spiegare come funziona questa iniziativa. Da oggi, lunedì 25 agosto, parte infatti la prima settimana dedicata all’AIRE, l’Anagrafe Italiani Residenti all’Estero. Sul gruppo Facebook verrà cioè avviata una discussione su tutto quanto c’è da sapere sull’iscrizione all’AIRE: cos’è, come funziona, a cosa serve, i vantaggi (e eventuali svantaggi) dell’iscrizione e le procedure per iscriversi.

Il progetto prevede una sorta di partecipazione dal basso di tutti gli iscritti. In pratica verranno postate sulla pagina del gruppo informazioni e quesiti a cui chiunque potrà rispondere e commentare per magari aggiungere informazioni o raccontare la propria esperienza personale o anche chiedere informazioni. Dopodichè, a settimana conclusa, gli amministratori si occuperanno di produrre un documento riassuntivo, per restituire in forma ordinata le varie informazioni raccolte.

Oltre a questa settimana analogamente ve ne saranno dedicate ad altri temi: i COMITES (i comitati degli italiani residenti all’estero), l’ AmKA (Amt für multikulturelle Angelegenheiten – ufficio per gli affari multiculturali) il consiglio comunale di Francoforte (dove alcune cariche possono essere  ricoperte dai residenti stranieri). Non esiste ancora un calendario preciso, ma indicativamente si svolgeranno tutte nel prossimo futuro.

Il progetto è sicuramente utile, soprattutto in vista sia delle elezioni dei COMITES, che di quelle municipali, le quali si svolgeranno entrambe entro un anno. La formazione di una cittadinanza consapevole è poi, in particolare, un’attività importante soprattutto considerato che, nonostante la comunità italiana sia una delle più grandi in città, allo stesso tempo è anche una delle meno attive politicamente.

[ale.gra]

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte Francoforte su Facebook!

1 commento

  1. Presso il Consiglio Comunale di Francoforte non è riservata nessuna carica ai residenti stranieri. Le “cariche” bisogna conquistarle, quindi appoggio questa iniziativa

Comments are closed.