La Mezza Maratona finisce in tragedia: muore un corridore

8 April 2013

Share Button
marathon

Foto d’archivio

Fino al primo pomeriggio era stata “solo” una magnifica giornata di sport, con oltre 32mila partecipanti e 200mila spettatori lungo le strade. La Vattenfall Berliner Halbmaraton aveva celebrato la sua 33esima edizione in un clima di gioia, grazie anche alle temperature miti e ad una cornice organizzativa praticamente perfetta.

A trasformare la grande festa in tragedia, però, è arrivata la notizia del decesso di un partecipante: un ragazzo tedesco, di 25 anni, che ha accusato un malore improvviso ed è crollato a pochi metri dal traguardo. Il corridore è stato trasportato d’urgenza alla clinica Charité, ma i tentativi di rianimarlo sono stati vani.

Purtroppo, non è la prima volta che un evento simile segna la Mezza Maratona di Berlino: era già successo nel 2007 e nel 2000 (quando le vittime furono addirittura due). Secondo gli organizzatori, i 400 tra medici e infermieri dislocati lungo il percorso sono intervenuti ben 172 volte nel corso della manifestazione; 25 corridori sono stati trasportati in ospedale.

A vincere la gara è stato Jacob Kendagor, 28 anni, che ha fatto registrare il suo primato personale in 59:36. A completare il trionfo del Kenya, altri due atleti: Silas Kipruto, secondo con 01:00:12 e Victor Kipchirchir, terzo con 01:00:27. Tra le donne, i migliori crono sono stati realizzati dalle kenyane Helah Kiprop (prima con 1:07:54) e Philes Ongori (1:08:01), seguite dalla giapponese Mai Ito (1:10:00).

Share Button