AperturaBerlitalianiRubriche

Berlitaliani, Consigli su Berlino da gente che ci vive: Chiara Bianchi

Questa è una rubrica di consigli atipici su Berlino, nel senso che abbiamo fatto una serie di domande sulla città a italiani che ci vivono e che noi riteniamo interessanti. Hanno età e storie diverse e si muovono in vari ambiti professionali, ma sono tutti accomunati da un approccio originale alla vita e dalla profonda conoscenza di una città che amiamo tutti. Mettetevi comodi e rilassatevi, quindi. State per attraversare una Berlino diversa. Questa è Berlitaliani.

Oggi parliamo con Chiara Bianchi.

Chiara Bianchi

Presentazione

Nome: Chiara Bianchi
Professione: Writer & Editor freelance 
Da quanto tempo sei a Berlino: quattro anni, in Germania da dieci

Cosa ami di Berlino

Il silenzio, i parchi e i cimiteri. Ma più di tutto le Kneipe dove si può ancora fumare.

Cosa odi di Berlino

L’app della BVG. 

Posto preferito per mangiare

Non ho davvero posti preferiti, quando capito in una zona diversa da quella in cui vivo mi faccio ispirare al momento. C’era un baretto che ora è chiuso, e questo è un fatto che capita sempre più spesso. Pare che non faccia bene affezionarsi… se soffri di sindrome dell’abbandono.

Posto preferito per rilassarti (escluso il divano di casa!)

Al Mauerpark, sulla collina, ad aspettare il tramonto (nei mesi buoni, s’intende!) con cani, marito e birretta al seguito. 

Posto preferito per divertirti

Dovunque ci siano le persone giuste. Di solito, dove incontro il gruppo di lettura LiberLiberBerlin (che è itinerante, quindi…). Certo, per esempio, se dovessi dirne due: per la musica l’UrbanSpree, mentre per l’ambiente rilassato e familiare l’Oblomov a Kreuzberg. 

Posto preferito per la cultura

Qualsiasi angolo della città. A Berlino basta davvero fermarsi anche solo cinque minuti, guardarsi attorno e respirare creatività. 

Posto preferito per lo sport

Mmm… nächste Frage (prossima domanda, ndr)… non sono una sportiva, mi piace passeggiare con i miei cani e qui gli spazi verdi non mancano. 

Passeggiata ideale

Lungo la Spree a Rummelsburg, il primo scenario che ho incontrato arrivando in città. 

Quartiere preferito

Prenz (Prenzlauer Berg, ndr), perché ci vivo. Kreuzberg perché è lì che finisco sempre per ritrovarmi. 

Il luogo di Berlino dove hai vissuto il momento più bello (se ti va di raccontarcelo!)

Sono una solitaria, mi piace camminare senza una meta. Quando sono arrivata in città, ho iniziato a scoprire la bellezza dei cimiteri. Sono capitata per caso nel piccolo cimitero Dorotheenstadt, sulla Chausseestraße, accanto alla casa-museo che fu di Brecht. Lì sono sepolte due delle mie scrittrici preferite: Christa Wolf e Anna Seghers. Stavo ferma davanti alle loro lapidi, respiravo il silenzio, ripensavo alle loro parole, alle loro vite. Ecco, il più bel ricordo dei primi tempi a Berlino. C’era ancora il lockdown, c’era ancora più silenzio. Quando sono tornata le volte successive, mi ha stupita ritrovare quello stesso silenzio, anche se, oltre le mura, la città pullulava di vita. Superare quel cancello è come entrare in un’altra dimensione. 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Pulsante per tornare all'inizio