diesel photo

Circa un centinaio di attivisti ha dato vita a una protesta sul clima durante una manifestazione degli azionisti Volkswagen a Berlino.

Gli attivisti si sono presentati e hanno dato vita a un dead-in, invece che a un sit-in tradizionale. Nello specifico si sono sdraiati e hanno finto di essere morti davanti all’entrata dell’assemblea.

La protesta si lega all’impatto sull’ambiente prodotto dalle emissioni delle automobili tedesche.

Ricordiamo che il celebre marchio automobilistico, nel 2015, è stato al centro di uno scandalo denunciato dall’EPA (United States Environmental Protection Agency) e legato all’utilizzo di un software realizzato per eludere le normative ambientali relative alla riduzione dell’inquinamento da gasolio. In seguito, le emissioni dei modelli incriminati sono diminuite, ma non sono diminuite le polemiche sull’argomento.

Al contrario, la sensibilità verso i temi ambientali è decisamente aumentata e a Berlino si è espressa in modo massiccio anche durante la visita di Greta Thunberg, che lo scorso marzo ha marciato verso la porta di Brandeburgo alla testa di circa 15.000 partecipanti.

Ma è il caso di menzionare anche la manifestazione contro il cambiamento climatico “Fridays for future” che, sempre a marzo, ha visto sfilare per le strade di Berlino moltissimi studenti e che si inseriva nel novero delle circa 200 manifestazioni dello stesso tipo registrate in Germania da quando l’iniziativa è stata lanciata su scala mondiale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here