Una pedelec, la bicicletta elettrica a pedali [© MEINE HEIMAT [Chiemgau] on Flickr / CC BY-ND 2.0]
Una pedelec, la bicicletta elettrica a pedali [© MEINE HEIMAT [Chiemgau] on Flickr / CC BY-ND 2.0]

Ben 183 biciclette (109 le auto) ogni 100 famiglie, questi i numeri che confermano Berlino come capitale della due ruote. È la città dove i bambini delle scuole medie fanno lezioni di bicicletta durante l’orario di educazione fisica, dove aprono i bike cafè, dove l’ecologia tocca il mezzo di trasporto a pedali, che si fa di bambù e dove le due ruote vintage originali sono ancora realtà.

Ogni anno in Germania si vendono 3,8 milioni di biciclette, un mercato attivo grazie anche alla costante innovazione che caratterizza l’industria ciclistica. E Berlino è la città che detta le tendenze in materia di biciclette.

Nel 2014 la Bike Economy ha creato 650.000 posti di lavoro in Europa, ma la vera rinascita è attesa per questo 2015. Più innovativa, più veloce, più cool, è questo il motto alla base del mercato delle due ruote e il segmento del mercato più in crescita lo dimostra: pedelec e-bike vanno per la maggiore, come presentato i giorni scorsi durante “Fahrradfrühling 2015”.

Di pedelec (pedal electric cycle, la pedalata è assistita da un piccolo motore elettrico) e e-bike (bicicletta elettrica più potente di una pedelec), ne sono state vendute 110.000 nel 2008 e 410.000 nel 2013. In tutta la Germania, 1,5 milioni di persone utilizzano questo tipo di biciclette elettriche, soprattutto i più anziani.

I giovani, invece, hanno un occhio rivolto al passato, pur essendo un occhio attento ai materiali innovativi, alla semplicità e all’ecologia: sono le biciclette minimaliste in stile retro, a velocità singola, che sempre più si stanno mostrando sulle piste ciclabili della città.

1 commento

Comments are closed.