tecnologie sostenibili

La stampa digitale, negli anni, non ha solo tagliato notevolmente i costi della stampa offset, ma ha anche introdotto dei vantaggi ambientali che a Berlino, molto più che in altre città europee, vengono sommamente apprezzati.

Nel 2018, peraltro, la capitale tedesca ha ospitato FESPA 2018, la seconda fiera sulla stampa digitale più importante d’Europa (dopo Drupa).

Per le loro particolari caratteristiche, le nuove tecnologie hanno spesso svolto la funzione di facilitatori verso la cosiddetta “rivoluzione sostenibile”, ma a Berlino tutto questo assume una dimensione più accentuata. Molte startup hanno infatti un obiettivo ecologico, oltre che produttivo, e vengono premiate da un sistema che investe attivamente nella tutela ambientale.

Questo vale non solo per le startup tedesche, ma anche per quelle italiane intenzionate a farsi conoscere in Germania. Ricordiamo ad esempio che, nell’edizione del 2018 dello Smau, sono salite alla ribalta proprio 4 startup ecologiche italiane. Sempre a Berlino, inoltre, a giugno del 2018, si è tenuta la prima conferenza italo-tedesca sulle smart cities, imperniata sulle sfide della mobilità sostenibile e delle città digitali del futuro.

Tornando alla stampa digitale, velocizzata e migliorata da un’evoluzione tecnologica costante, i vantaggi rispetto alla stampa offset sono facilmente enumerabili.

La stampa digitale ha infatti eliminato la complicata fase dell’installazione degli impianti di stampa e ridotto notevolmente le emissioni di sostanze chimiche nell’ambiente, ha reso possibile stampare solo quello che serve senza che ci si debba preoccupare dei costi, diminuendo conseguentemente gli sprechi, mentre l’uso delle cartucce ha eliminato la necessità di lavare costantemente gli strumenti utilizzati per la preparazione del colore, con conseguente risparmio idrico. Quella che per molte aziende è stata soprattutto una rivoluzione dei costi, che ha permesso anche alle piccole e medie imprese di investire in materiali pubblicitari stampati, per l’ambiente è stato un progresso misurabile, in termini di sostenibilità.

Molto può essere ancora fatto e molto sarà fatto in futuro, ma sapere che l’evoluzione tecnologica può anche avere un impatto positivo sull’ambiente, è un ottimo punto di partenza per considerare il danno ambientale un costo effettivo e reale e per puntare su idee e progetti che vedano l’ecologia e il profitto come due alleati, non come nemici. D’altra parte questo è proprio uno degli obiettivi di moltissime startup Berlinesi, che puntano l’innovazione non solo come strumento per conquistare il mercato, ma anche come mezzo per ridurre l’impronta globale che la propria industria provoca sull’ambiente nel quale tutti viviamo.