Forse pochi di voi sanno che cos’è una immissione, in gergo legale. In sostanza, è un modo complicato di sancire il vecchio detto: “la libertà di ognuno di noi finisce dove inizia quella altrui”. Un argomento che toccherà la maggioranza di voi, se non tutti, essendo l’appartamento il tipo di abitazione più comune a Berlino.

Farò di seguito una carrellata delle possibili situazioni che riguardano appunto immissioni, soprattutto rumorose, e come ci si può difendere e/o comportare in questi casi:

1. Feste
Il principio base è molto semplice: gli inquilini devono cercare di rispettare i propri vicini. È consigliabile, dunque, preannunciare la festa, comunicandolo ai vicini magari per iscritto (o sulla bacheca condominiale). A partire dalle ore 22.00, il volume, della musica o delle chiacchiere, deve essere moderato. In questi casi vige il buon senso, sia di chi organizza sia di chi “subisce” la situazione.

2. Bambini
Per quanto riguarda i bambini, i giudici sono molto più tolleranti: devono poter giocare nell’appartamento, questo è ovvio, ma i rumori delle piccole pesti bisogna sopportarli, anche se sbattono un tantino la porta o corrono lungo il corridoio. A maggior ragione, questo discorso vale per il pianto di un bambino neonato, anche se in piena notte.

3. Musica
Buone notizie, invece, per chi suona uno strumento: che sia il pianoforte o il canto, può esercitarsi nella propria abitazione senza grossi timori. Fate attenzione, però, ai contratti di locazione, che non di rado prevedono rispettive norme che vincolano il conduttore e gli vietano l’utilizzo di uno strumento. Un divieto assoluto dell’utilizzo di uno strumento, tuttavia, è illecito.

4. Animali domestici
Qui vale un principio: gli animali bisogna tenerli sempre puliti e in modo che non provochino rumori eccessivi (abbaiare, fischiare ecc…). Se vi fosse una situazione critica, gli altri inquilini potrebbero anche ridurre il canone d’affitto nei confronti del proprio locatore e costui, in seguito, può chiedere il risarcimento del danno materiale a chi ha provocato il fastidio.

Achtung! Come accade in tutti i condomini in Italia, molto spesso anche in Germania i rapporti tra condomini sono regolati da un “regolamento di condominio” (Hausordnung). In tal caso occorre tenere conto dei criteri stabiliti nel regolamento per giudicare la liceità o meno di un’immissione. Dovete quindi richiederne una copia quando entrate in un nuovo appartamento.

Fate girare la voce! 

 

SITO WEB: www.codici.org