Plus Hostels website
© Ilona Marti
© Ilona Marti

Saranno 15 i tour dai nomi curiosi – come “I’m a stranger” o “Field of Sensibilities” – che, per tre giorni, attraverseranno Berlino ad orari prestabiliti, conducendo i partecipanti attraverso esplorazioni tutt’altro che comuni all’interno dello spazio urbano.

Comincia oggi 8 agosto, e prosegue fino a domenica 10, la seconda edizione del B_Tour Festival, «il primo festival guidato alternativo della capitale tedesca», fondato dall’israeliana Yael Sherill e caratterizzato da un team giovane e interamente femminile.

L’obiettivo del festival è dare un’alternativa alla narrativa egemonica delle visite guidate convenzionali, invitando gruppi di artisti o singoli a creare visite guidate che reinventino la narrazione urbana, suggerendo approcci innovativi e sperimentali.

Spazio quindi a performance artistiche in luoghi inusuali, vere e proprie sorprese per i curiosi che decideranno di esplorare la città con “occhi nuovi”, aggiudicandosi uno dei ticket (6 euro il costo del singolo tour, 25 euro il pass per l’intero festival) messi a disposizione dagli organizzatori.

Il B_Tour Festival tratta concetti quali la cittadinanza, la pop culture, la gentrificazione, la psico-geografia, l’egemonia geografica e la politica inerente gli spazi pubblici. Qui il programma completo, sfogliabile in pdf.

Il quartier generale del festival sarà situato dentro al Prachtwerk, uno spazioso bar di Neukölln. Curiosità, quest’anno il B_Tour sarà accompagnato per la prima volta da un’edizione satellite a Belgrado, in Serbia.