Il premio “L’Italiano dell’Anno”, organizzato e promosso dal Com.It.Es. di Berlino, è giunto alla sua XII edizione. Questa iniziativa premia ogni anno due connazionali, una donna e un uomo, che si siano distinti nel promuovere e valorizzare i valori dell’italianità a Berlino, in qualsiasi campo, dall’imprenditoria al volontariato, dall’arte alla cultura.

Quest’anno vincitori del premio sono Lucia Chiarla, regista e sceneggiatrice del pluripremiato film “Reise nach Jerusalem”, e Giò di Sera, che con la sua Street UniverCity ha offerto una possibilità di formazione e realizzazione professionale a tanti giovani dai background culturali diversi. La cerimonia di premiazione si terrà il 28 marzo presso l’Ambasciata d’Italia a Berlino.

I vincitori

I vincitori del premio Italiano dell’Anno per il 2018 sono due personalità di spicco del panorama berlinese, che hanno saputo dare lustro alla nostra comunità attraverso due progetti artistici e culturali di grandissimo rilievo e internazionalmente riconosciuti.

lucia chiarla per CSLucia Chiarla ha suscitato l’interesse del pubblico e della critica cinematografica con la sua opera prima Reise nach Jerusalem, ottenendo numerosi riconoscimenti. Il film è stato prodotto dalla casa di produzione Kess e ha debuttato in competizione al Filmfestival Max Ophüls Preis 2018. Ha ottenuto il premio come miglior film e menzione speciale per la sceneggiatura al Festival Achtung Berlin – new berlin Award – e il premio come miglior film al festival Filmkunsttage Sachsen Anhalt.

gio di sera per CSGiò di Sera è parte integrante della voce degli Italiani a Berlino da molti anni ed è noto al pubblico italiano e tedesco soprattutto per il suo lavoro radiofonico. Il 28 marzo verrà premiato per il suo lavoro con la Street UniverCity, che costituisce uno degli esempi più brillanti di quel multiculturalismo che è l’anima della città.

Si premiano, insomma, due approcci diversi alla diffusione della cultura, entrambi caratterizzati da una inconfondibile italianità, ma anche prove di un’integrazione nel tessuto tedesco che arricchisce ambedue le culture con cui viene in contatto. La creatività e lo spirito di iniziativa italiani, espressi al meglio dalla storia artistica e professionale dei due vincitori, sono diventati elementi apprezzati e riconosciuti non solo a Berlino, ma in tutta la Germania.

Un’opera per l’Italiano dell’Anno

Durante la cerimonia verranno consegnate ai due premiati le due opere vincitrici del concorso di arti visive “Un’opera per l’italiano dell’anno”: “LABOR’S GAME # Beyond” di Marco Dalbosco e “Silence of water” di Andrea Mazzola.

La cerimonia di premiazione

La cerimonia di premiazione si terrà Giovedì 28 marzo dalle ore 18:30 presso il Salone delle Feste dell’Ambasciata d’Italia a Berlino, alla presenza dell’Ambasciatore d’Italia Luigi Mattiolo, del Presidente dell’Istituto Italiano di Cultura Luigi Reitani, del Presidente del Com.It.Es Berlino Simonetta Donà, oltre ad altre importanti autorità e istituzioni sia italiane che tedesche.

La partecipazione all’evento è gratuita, ma per accedere è strettamente obbligatoria la registrazione, che può essere effettuata a questo link.