Visionär Film Festival Agnes Varda

Torna per la seconda edizione il Visionär Film Festival, con una selezione di nuovi talenti provenienti da tutto il mondo e un cartellone ricco di titoli insoliti e opere prime. Per sei giorni, dal 2 al 7 maggio, il City Kino di Wedding, il Kino di Neukölln e l’Acudkino di Mitte ospiteranno i nove film in gara, un film fuori gara e una selezione di corti di giovani autori berlinesi.

La sezione del festival dedicata ai corti è una novità di questa edizione e comprenderà, fra gli altri, alcuni lavori di studenti della DFFB (una delle più importanti scuole di cinema di Berlino). Il rapporto con la città è estremamente importante per il Visionär Film Festival, che intende fare tesoro della ricchezza culturale derivata dalla compresenza di artisti specializzati in discipline diverse e provenienti da una varietà di background culturali. Il Visionär, oltre che un festival, ambisce infatti a essere anche una piattaforma di networking per i professionisti del cinema, delle arti visive e della musica. Fra gli intenti espliciti degli organizzatori c’è la promozione dei giovani talenti e la creazione di un dialogo interculturale ricco e vivace, attraverso la presentazione di opere che affrontano i temi socio-politici più vicini alle diverse culture che convivono in Germania.

L’opera di apertura del Visionär Film Festival: omaggio ad Agnes Varda

Ad aprire il festival sarà un omaggio a una grande regista, che ha da poco ricevuto un oscar onorario e una nomination per il suo ultimo lavoro documentaristico: Agnes Varda. Il 2 maggio sarà proiettato il suo “Cleo from 5 to 7”, film seminale del 1962 che propone il ritratto in tempo reale di una donna in un momento molto particolare della propria vita. In questa pellicola, che è considerata centrale nello sviluppo della New Wave del cinema francese e che abbraccia molti dei temi cari all’esistenzialismo di quegli anni, hanno recitato in piccoli cameo anche Jean-Luc Godard e Anna Karina.

I film in concorso

Questa edizione del Visionär Film Festival porterà a Berlino opere di registi provenienti dall’Insia, dalla Slovenia, dagli Stati Uniti, dalla Spagna, dal Belgio, dalla Francia, dal Brasile, dal Costa Rica e naturalmente anche dalla Germania. Il programma completo è visibile qui: http://www.visionaerfilmfestival.com/de/filmfestival/visionaer-2018-2/filme/