Il Light Cone, l’archivio di cinema sperimentale più importante d’Europa, per due giorni al Filmmuseum

22 October 2014

Share Button
Il manifesto dell'evento. Da facebook.

Il manifesto dell’evento. Da facebook.

Bannerino_FrancoforteFrancoforte – Un finesettimana per amanti del cinema esperimentale è in arrivo al Filmmuseum sul lungomeno francofortese. Da sabato 25 ottobre fino a lunedì 27 ottobre infatti è prevista una tre-giorni completamente dedicata alla presentazione dell’archivio parigino Light Cone.

Per i non appassionati forse il nome non dice molto, ma il Light Cone è uno dei più importanti archivi di cinema sperimentale d’Europa. Fondato nel 1982 da Yann Beauvais e Miles McKane ospita circa cinquemila film, in tutti i formati, di 650 autori provenienti da tutto il mondo.

Colonne portanti dell’iniziativa sarà ricostruire la storia dell’archivio e lo sviluppo contemporaneo del cinema sperimentale. La rassegna è organizzata attorno a sei temi. Per l’apertura parlerà Christophe Bichon, direttore della collezione e le introduzioni degli altri cinque temi saranno tenuta dal ricercatore cinematografico Vincent Deville, dalla regista Gisèle Rapp-Meichler, da Karola Gramman e Heide Schluepmann della Kinothek Asta Nielsen e.V. e da Louise Burkart del Filmkollektiv Frankfurt (che in collaborazione col Filmmuseum ha organizzato l’iniziativa). I temi spazieranno dalla Parigi degli anni Settanta, al montaggio nelle avanguardie, dal formato 16mm negli anni 2000 a Rose Lowder e Cècile Fontaine.

Il biglietto per ogni proiezione costa 7/5 €, mentre il biglietto per tutta la rassegna va dai 35 € (intero) ai 25 € (ridotto). Per 3 € è anche acquistabile una brochure con il programma completo ma anche interviste e articoli sui film proiettati. Per una breve presentazione delle proiezioni è visitabile la pagina internet del Filmkollektiv.

A fine rassegna, lunedì alle ore 20.30, nella Studihaus del Campus Bockenheim verrà proiettato il film L’ange di Patrick Bokanowski, a quanto pare un cult per il cinema sperimentale. Il biglietto sarà di 2,50 € e l’ambiente anche meno formale.

[ale.gra]

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte Francoforte su Facebook!

Share Button