A Berlino una rassegna dedicata al cinema sardo: si comincia con “L’insolito ignoto”

14 October 2014

Share Button

insolitoignoto

Il Circolo dei Sardi di Berlino promuove una serie di appuntamenti all’insegna del cinema sardo contemporaneo curati da Monica Dovarch, antropologa visuale di Nuoro.

La rassegna – ad ingresso gratuito – permette allo spettatore di fare un viaggio antropologico attraverso film fiction, lungometraggi e corti, documentari, art movie e mokumentary realizzati dai registi contemporanei sardi.

Il linguaggio cinematografico attuale, con tutte le difficoltà di realizzazione che comporta, racconta ad un pubblico sempre più internazionale, significati di una realtà locale che abbraccia concetti inseriti nella realtà globale, dandoci delle chiavi di lettura per comprenderne il nesso e la complementarietà.

Il nostro sesto appuntamento all’Oblomov sarà il 16 Ottobre alle 20.30 e presenterà il documentario L’insolito ignoto – Vita acrobatica di Tiberio Murgia (eng sub) presentato in prima mondiale al Festival Internazionale del Film di Roma, premiato col Nastro d’Argento 2013, menzione speciale miglior documentario sul cinema.

Sergio Naitza, giornalista professionista e critico cinematografico presso L’Unione Sarda, ci racconterà i retroscena della realizzazione del documentario e il suo rapporto con Tiberio Murgia, personaggio entusiasmante e originale con quasi mezzo secolo di carriera e 155 film alle spalle: un pezzo di storia del cinema italiano attraversato con l’inconfondibile presenza altera e imperturbabile che ha codificato lo stereotipo del meridionale irascibile e focoso.

Sardo di Oristano, Murgia è scomparso nell’agosto 2010 all’età di 81 anni. Fu attore di cinema e teatro, con una vita da caratterista di successo da quando il regista Mario Monicelli lo prese dalla strada e lo scritturò nel 1957 per il ruolo di Ferribotte nel film “I Soliti Ignoti” trasformandolo in siciliano.

A seguire potremo degustare assieme dei prodotti tipici sardi e soddisfare le nostre ulteriori curiosità parlando direttamente con il regista.

L’Oblomov si trova in Lenaustraße 7, 12047 Berlin-Kreuzberg. Fermate U-Bahn più vicine Schönleinstr. o Hermannplatz.

Share Button