AperturaAttualitàPoliticaPolitica Tedesca

Autodeterminazione delle persone transessuali: approvata la nuova legge

Dopo un iter parlamentare lungo e sofferto e un acceso dibattito a livello nazionale, è stata approvata in Germania la nuova legge sull’autodeterminazione delle persone transessuali.

Questa legge, che rappresenta un cambiamento storico per l’intera comunità trans, semplifica notevolmente il processo per la rettifica anagrafica. In altre parole, a partire dal primo novembre, sarà molto più facile, in Germania, cambiare genere e nome sui documenti.

Autodeterminazione delle persone transessuali: la nuova normativa semplifica le procedure

L’approvazione al Bundestag è stata accolta con grande favore da attivisti e sostenitori dei diritti LGBTQ+, che la considerano un significativo passo avanti nell’inclusione e nel riconoscimento della diversità di genere all’interno della società tedesca.

La nuova normativa elimina la necessità per le persone transgender di sottoporsi a lunghi e spesso gravosi processi burocratici per ottenere il riconoscimento del loro genere. In passato, era richiesto loro di presentare almeno due perizie psichiatriche e di presentare la richiesta in tribunale per poter procedere con la modifica dei documenti. Questi requisiti non solo prolungavano il procedimento, ma rappresentavano anche un onere emotivo e finanziario significativo. Con l’approvazione di questa legge, le persone transgender potranno ora cambiare il proprio genere e nome anagrafico semplicemente con un’autocertificazione presso l’ufficio di stato civile. Nel caso di minori di età compresa fra i 14 e i 18 anni, la richiesta deve essere presentata dai genitori o dai tutori legali.

La Corte Costituzionale aveva condannato diversi aspetti della vecchia legge

La nuova legge sull’autodeterminazione sostituisce la legge precedente sulle persone transessuali, in vigore da 40 anni. La Corte Costituzionale tedesca, del resto, aveva ripetutamente dichiarato incostituzionali alcune parti della vecchia legge, sottolineando come le procedure previste fossero umilianti per le persone interessate.


Leggi anche:
Autodeterminazione persone trans in Germania, scontro politico. CDU: “Non basta una dichiarazione all’anagrafe”

La legge è stata approvata con un’ampia maggioranza di 374 voti favorevoli, 251 contrari e 11 astensioni. I partiti della coalizione di governo, insieme a Die Linke, hanno espresso il loro sostegno alla riforma, riconoscendo l’importanza di adeguare la legislazione alle esigenze della comunità transgender, intersessuale e non binaria. Contrari sono invece CDU/CSU, AfD e Alleanza Sahra Wagenknecht.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

Articoli Correlati

i