Giornata italiana della ricerca nel mondo
Photo by ospedalebambinogesu

Avrà luogo oggi in Ambasciata la “Giornata italiana della ricerca nel mondo“, lanciata nel 2018 dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per sottolineare sia il valore della ricerca che la qualità dei ricercatori italiani nel mondo.

Il simposio verrà aperto da un breve saluto dell’Ambasciatore Luigi Mattiolo e dall’intervento del Sottosegretario al Ministero Italiano dello Sviluppo Economico, Prof. Michele Geraci. Verrà quindi mostrato il cortometraggio “Italia. La bellezza della conoscenza”. Il Dott. Matteo Pardo, addetto scientifico dell’Ambasciata, illustrerà quindi i dati relativi alla mobilità di studenti e ricercatori fra Italia e Germania. I ricercatori italiani (circa 4400) costituiscono la maggiore comunità di ricercatori stranieri in Germania, superando persino la Cina e l’India.

Seguiranno gli interventi di, il Prof. Iain Mattaj, direttore fondatore dello Human Technopole di Milano, del Dr. Paolo Ferri, del Centro Operativo dell’Agenzia Spaziale Europea di Darmstadt e del Prof. Francesco Pavone, direttore del Laboratorio Europeo di Spettroscopia non Lineare di Firenze.

Lo Human Technopole ha come obiettivo la cosiddetta “medicina personalizzata”, vale a dire lo sviluppo di approcci stratificati per migliorare la cura del paziente e la qualità della vita. La ricerca presso HT integrerà tecnologie all’avanguardia con le scienze di base e traslazionali in genomica, biologia computazionale, biologia strutturale e neuroscienze. A questo proposito Iain Mattaj illustrerà il progetto e presenterà le numerose opportunità che il nuovo istituto offre ai giovani scienziati.

L’Agenzia spaziale europea (ESA) è un’organizzazione intergovernativa di 22 Stati europei e che dal 1975 guida lo sviluppo dell’industria aerospaziale europea. Il Dott. Paolo Ferri è responsabile del segmento di terra e delle operazioni in volo di tutte le missioni ESA senza equipaggio e in questo incontro esaminerà brevemente le passate missioni interplanetarie dell’ESA, compresa la storica missione di Rosetta, e presenterà le missioni attuali per l’esplorazione di Marte e Mercurio, e quelle future verso il Sole, Giove e oltre.

Il Prof. Francesco Pavone, direttore del Laboratorio Europeo di Spettroscopia non Lineare di Firenze, coordina un gruppo di ricerca di oltre 40 persone nel campo della biofotonica sulla singola molecola, l’imaging della singola cellula e la manipolazione ottica. Nella sua breve presentazione illustrerà il ruolo italiano all’interno del progetto faro (flagship project) europeo Human Brain, uno dei tre principali progetti europei, con una durata di 10 anni e un finanziamento di 1 miliardo di euro.

PROGRAMMA DETTAGLIATO DELL’EVENTO

18.15 Indirizzo di saluto dell’Ambasciatore Luigi Mattiolo
18.25 Introduzione: “La ricerca come motore dell’economia italiana”, Prof. Michele Geraci, Sottosegretario al Ministero Italiano dello Sviluppo Economico
18.35 “Italia. La bellezza della conoscenza”, cortometraggio sulla ricerca italiana, di Stefano Incerti
18.50 “Mobilità di studenti e ricercatori tra Italia e Germania”, Dr. Matteo Pardo, Addetto scientifico, Ambasciata d’Italia a Berlino
19.00 “Costruzione di un nuovo centro di ricerca incentrato sulla biologia umana”, Prof. Iain Mattaj, Direttore Generale dello Human Technopole, Milano
19.30 “L’Europa esplora il sistema solare”, Dr. Paolo Ferri, Head, ESA Mission Operations, European Space Operations Centre, Darmstadt
20.00 “Un’istantanea del Progetto Human Brain Italy”, Prof. Francesco Pavone, Direttore del Laboratorio Europeo di Spettroscopia Non Lineare, Firenze.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here