Vi presentiamo alcuni scatti delle due principali manifestazioni che si sono tenute il primo maggio a Berlino, in occasione della Giornata Internazionale del Lavoro.

La prima, legata a varie organizzazioni di settore, tra le quali la DGB, ha visto l’intervento ufficiale dei partiti e la presenza di una serie di associazioni professionali. Particolarmente caratteristica è stata la sfilata degli operatori ecologici, mentre all’interno della nostra gallery potete notare, tra le altre cose, l’originalità dell’outfit degli spazzacamini.

Nel corteo, per la prima volta, anche l’ANPI Berlino e Brandeburgo. Partita intorno alle 10.00 da Hackeschen Markt, la manifestazione ha infine raggiunto Brandeburger Tor e Straße des 17. Juni, dove si è tenuta una Familienfest fino alle 20.00. Anche il sindaco di Berlino, Michael Müller, ha partecipato all’evento con un discorso ufficiale.

Decisamente “antagonista” è stata invece la manifestazione contro la gentrificazione organizzata dai “Rivoluzionari del Primo Maggio” e partita da Wismarplatz intorno alle 19.00 (con un’ora di ritardo rispetto a quanto annunciato).

Intitolata “Gegen die Stadt der Reichen” (Contro la città dei ricchi), la demo ha registrato una partecipazione diversamente valutata dalle fonti in campo. Inizialmente la polizia ha parlato di 5000 partecipanti, mentre gli organizzatori hanno in seguito contato circa 10.000 persone.

Nonostante la massiccia presenza delle forze dell’ordine, con poliziotti appostati sui tetti, elicotteri in ricognizione e una grande mobilitazione di risorse e mezzi, non si sono verificati grossi incidenti, a parte qualche lancio di bengala dalle finestre e tafferugli isolati, cui sono seguiti alcuni arresti.

Anche la polizia ha definito nel complesso tranquillo l’andamento della manifestazione, nonostante il transito in prossimità di Rigaer Straße, zona tradizionalmente “calda” per via della presenza di diversi squat che hanno con le forze dell’ordine un rapporto decisamente conflittuale. Un tratto della strada è stato comunque isolato.