Le app dei trasporti che fanno risparmiare più tempo

12 January 2017

Share Button

di Sara Bolognini

Vivere a Berlino significa anche spendere una grossa porzione della propria giornata sui mezzi di trasporto pubblici. Non tutti hanno la fortuna di abitare vicino al lavoro o all’università e a volte è bene armarsi di un buon libro per ottimizzare il tempo sprecato sulla S-Bahn. E quante volte capita di uscire di casa la mattina, arrivare alla fermata e scoprire di dovere aspettare 10 minuti prima che il treno arrivi? Minuti che potrebbero essere impiegati godendosi la colazione con più calma o comunque aspettando in casa, al riparo dal freddo inverno berlinese.
Ormai ci sono molte App con cui controllare gli orari dei mezzi e i collegamenti più veloci, App che, prima di tutto, fanno risparmiare tempo. Il portale Vergleich.org ha confrontato sei diverse App per Smartphone, per determinare quale sia la più accurata e affidabile. Scegliendo bene la App da usare si riescono a risparmiare, per esempio, 4,9 minuti su una corsa di 45 minuti. Non sembra molto, ma accumulando questi risultati in un mese, si possono in salvare molte ore.

Le App prese in considerazione dal portale sono state Google Maps, Öffi-Fahrplanauskunft, Apple Maps, BVG Fahrinfo, DB Navigator e VBB Bus und Bahn.
Sembra che il vincitore sia stata la App della VBB, a seguire ci sono Öffi-Fahrplanauskunft (disponibile solo per Android), Google Maps e Apple Maps. Le due peggiori sono state quella della BVG e DB-Navigator.
I criteri presi in considerazione sono state la precisione delle indicazioni temporali, la chiarezza del sito e la segnalazione di ritardi o lavori in corso. Secondo i risultati di Vergliech.org la perdita maggiore di tempo si ha perdendo le coincidenze nel cambiare da un mezzo di trasporto all’altro. La U-Bahn sembra il mezzo su cui si riescono a fornire informazioni più precise, le indicazioni sulle percorrenze dei tram, al contrario, sono straordinariamente piene di errori. Di imprecisi ci sono anche i tempi di percorrenza a piedi segnalati da Google Maps: non fidatevi mai, perché presuppongono abilità da maratoneta. Ecco anche perché spesso suggeriscono di camminare, invece di prendere un pullman per una sola stazione.
Insomma, scegliendo la App giusta non solo si arriva a destinazione più in fretta, ma si risparmia anche un bel po’ di fiato.
Trovate informazioni più dettagliate all’interno di questo articolo della Berliner Zeitung.

Share Button