Ritorna Christiane F.: un nuovo libro per raccontare la sua “seconda vita”

11 September 2013

Share Button

christianeoggi

Quando nel 1978 i giornalisti Kai Hermann e Horst Rieck sostennero una serie di interviste con una giovanissima imputata in un processo per ricettazione e detenzione di droga, quello che ne risultò fu un libro che non solo fece scalpore, ma divenne il simbolo di una generazione di giovani tossicodipendenti.

Lei era Christiane Vera Felscherinow, meglio conosciuta come Christiane F., che, con il romanzo Wir Kinder vom Bahnhof Zoo e il film diretto da Uli Edel nel 1981, fece conoscere la sua storia non solo entro in confini tedeschi ma in tutto il mondo occidentale, restando ancora oggi l’emblema di come Berlino Ovest non fosse solo un’isola di benessere e consumismo, ma anche un luogo tragico, dove ancora “bambini” era facile perdersi nel tunnel dell’eroina e della prostituzione.

Dopo 35 anni e all’eta di 51, Christiane Felscherinow torna dal pubblico, questa volta con un’autobiografiaMein zweites Leben, questo il titolo del libro co-scritto con Sonja Vukovic, è «una storia di speranza e di inferno, degli anni felici in Grecia, della lotta per la sopravvivenza in un carcere femminile, delle avventure sotto l’influenza degli idoli del rock, delle stelle della letteratura e degli spacciatori di droga».

Christiane si è detta felice di raccontare la sua storia dal 1981, di tutto ciò che è successo da dopo l’uscita del film ad oggi, nonostante abbia dichiarato al Berliner Morgenpost: «Il lavoro sulla mia autobiografia non è sempre stato facile. Ci sono stati momenti in cui mi sono sentita incerta sul fatto che il ritorno al pubblico fosse la cosa giusta per me».

Aveva solo 14 anni quando la Felscherinow iniziò a fare uso di eroina, ecco perché tra i suoi progetti c’è anche una fondazione, la “Christiane F. Stiftung”, con l’obiettivo di sostenere i bambini i cui genitori sono dipendenti da droghe e per rafforzare il lavoro di prevenzione. Nel frattempo, ha aperto un blog dove parla della sua vita e del suo libro.

Le 336 pagine usciranno in edizione limitata il 1 ottobre, mentre l’11 ottobre l’autobiografia, edita da Deutscher Levante Verlag, verrà presentata ufficialmente alla Fiera di Francoforte.

Share Button