Apertura

Flamenco, pizzica, danza del ventre e ritmi mediterranei da ballare a Berlino, al Mediterraneo Festival

Quello che si svolgerà l’8 e il 9 giugno al Nåpoleon Komplex di Berlino non sarà un semplice festival di street food. E non che non basti la promessa di sapori squisiti provenienti dalla Grecia, dall’Italia, dalla Spagna, dalla Turchia, dall’Egitto e da molti altri Paesi a farci venire voglia di partecipare! Questo appuntamento, però, ci promette molto di più: un momento di incontro autentico fra culture, attraverso i linguaggi universale che da sempre ci mette in comunicazione: la musica e la danza. Le diverse anime che confluiranno nel Mediterraneo Festival, infatti, porteranno con sé non solo profumi e piatti prelibati, ma anche ritmi, armonie e danze sfrenate, affascinanti, ammalianti. Questo festival è una celebrazione della diversità e dell’unità, che mira a celebrare e diffondere la ricchezza e varietà delle culture mediterranee.

La danza: un linguaggio universale

Uno degli aspetti più affascinanti del festival sarà proprio la possibilità di esplorare la danza come linguaggio universale. Attraverso il ballo, sarà possibile immergersi nelle tradizioni popolari di diversi paesi. Ad esempio, l’attrice e ballerina Katerina Zafeiropoulou guiderà un workshop sulla danza tradizionale ellenica. I partecipanti avranno l’opportunità di imparare i passi di una delle danze più amate in Grecia, l’Ikariotikos, tipica delle grandi feste popolari, o “panigyri“. Questa danza, che prende il nome dall’isola di Ikaria, è conosciuta per il suo ritmo vivace, che la rende particolarmente adatta alle celebrazioni, alle feste e a tutte le occasioni nelle quali è importante creare un senso di armonia e comunità. Il workshop sarà un’esperienza di condivisione e un modo per entrare in contatto con culture diverse attraverso un linguaggio universale come quello del corpo in movimento. Alla fine del workshop, il gruppo di ballo eseguirà una suite della regione della Macedonia e della Tracia.

Katerina Zafeiropoulou

Per gli appassionati di flamenco, il festival offre un’opportunità unica di avvicinarsi a questa espressione artistica andalusa. I De Borrachera terranno un workshop introduttivo al flamenco, concentrandosi sulle percussioni e sul battito ritmico delle mani, elementi cardine di questa forma d’arte. I partecipanti avranno la possibilità di apprendere le tecniche di base e di sentire il potere emotivo del flamenco, che combina canto, chitarra, danza e palmas (battito delle mani) in una performance intensa e appassionata.

mediterraneo festival danza

Il festival dedicherà anche spazio a sonorità e danze mediorientali, con uno stage di danza del ventre guidato da Laure-Anne, ballerina professionista con oltre 15 anni di esperienza. Questo tipo danza orientale, che da sempre affascina il resto del mondo e che è considerata una delle più aggraziate e seducenti danze caratteristiche, è una forma d’arte che ha molti punti in comune con diverse culture mediterranee. Grazie ai contatti e scambi frequenti tra le diverse aree geografiche, questa forma di espressione del corpo ha contaminato tantissime tradizioni in diversi Paesi. Il workshop offrirà una panoramica delle tecniche di base e delle espressioni stilistiche della danza del ventre, permettendo ai partecipanti di esplorare la sua storia e il suo significato culturale. Laure-Anne si esibisce nella danza del ventre da oltre 15 anni e la insegna da 10 anni in diversi contesti. Al momento, è istruttrice a Berlino, presso un centro di formazione per adulti.

Al Mediterraneo Festival Laure-Anne si esibirà insieme ai suoi studenti, per poi condividere le sue conoscenze con il pubblico nel suo workshop.

danza
Laure-Anne sarà presente con un’esibizione e un workshop di danza del ventre

Non mancheranno, naturalmente, le danze di casa nostra: i “Pizzicati” di Berlino torneranno infatti a far ballare il pubblico della capitale, come già è capitato in diverse edizioni dell’Italian Market. I Pizzicati hanno creato un vero e proprio fenomeno musicale a Berlino. Nel loro workshop, così come nella loro esibizione, la Pizzica Salentina si mescola alle tradizioni campane della Tarantella e a tutti i ritmi del sud Italia, al suono dei tamburelli e delle chitarre. Le sonorità delle loro performance parlano di cultura e tradizioni che sono ben radicate nel passato, ma vive nel presente e protese verso il futuro. Il workshop permetterà anche ai più assoluti neofiti di muovere i primi passi al ritmo travolgente e “pizzicato” del nostro sud! Unico consiglio: indossate scarpe comode!

danza
I pizzicati di Berlino: musica e danza che mescola diverse tradizioni italiane

Suoni e ritmi che uniscono

La musica dal vivo avrà un ruolo centrale nel festival, con una varietà di esibizioni che riflettono la diversità del Mediterraneo. Il trio greco Pardez, ad esempio, presenterà la sua interpretazione della musica mediterranea, unendo tradizione e contemporaneità. Il loro repertorio spazia da melodie tradizionali a composizioni originali, con influenze jazz e momenti di improvvisazione. Il mix di generi crea un ponte musicale che fonde le culture musicali di diverse regioni, dai Balcani all’Italia meridionale, e dimostra come la musica possa essere un potente strumento di comunicazione e di unione fra le culture. Il percussionista della band arriverà direttamente dalla Grecia, appositamente per esibirsi davanti al pubblico del Mediterraneo Festival.

danza
I pizzicati di Berlino

Un esempio di contaminazione che trascende i confini sarà quello offerto dalla band Wayra Puka. Nata cinque anni fa proprio nella capitale tedesca, la formazione suona brani tradizionali e moderni che vengono addirittura da oltreoceano, da Argentina, Cile, Perù e altri paesi latinoamericani. La loro musica è un omaggio alle radici andine e un esempio di come le tradizioni musicali possano viaggiare e arricchirsi attraverso l’incontro con altre culture.

Wayra Puka

Parentesi sportive

Avete ballato, sudato, cantato, ma la vostra energia non è ancora esaurita? Allora l’offerta sportiva del Mediterraneo Festival fa per voi! Ci saranno attività per tutte le età, ma per gli adulti consigliamo in particolare due opzioni. Prima di tutto, un classico intramontabile: il biliardino! Il Festival organizza un torneo secondo le regole tedesche. Perché è importante ricordare che si gioca secondo le regole tedesche? Perché in Germania è permesso “rollare”!

mediterraneo festival danza teqball

Se invece volete lanciarvi nella scoperta di uno sport tutto nuovo, invece, vi consigliamo il Teqball! Questa disciplina affascinante, che mescola elementi del volleyball, del calcio e del tennis da tavolo, sarà oggetto di un workshop sponsorizzato da Artioli Berlin. Tutte le informazioni per partecipare ai workshop sono disponibili al link dell’evento ufficiale!

Articoli Correlati

Lascia un commento

Pulsante per tornare all'inizio