AperturaAttualità

Attacco hacker al Museo di Storia Naturale di Berlino: rubati dati di oltre 37.000 visitatori

Il Museo di Storia Naturale di Berlino è stato vittima di un grave attacco hacker, lo scorso ottobre, durante il quale sono stati rubati i dati personali di oltre 37.000 visitatori.

La portavoce del museo, Gesine Steiner, si è scusata pubblicamente con le persone coinvolte. “Gli hacker hanno rubato dati sensibili. Chiediamo scusa alle persone coinvolte” ha dichiarato.


targobank

Leggi anche:
Targobank, attacco hacker: bloccati i conti di migliaia di clienti

Attacco hacker al museo: rubati dati sensibili di 37.000 visitatori

Le vittime del furto di dati sono clienti che hanno acquistato biglietti online dal 2021, pagando con PayPal: si tratta sdel 2% dei quasi 2 milioni di visitatori avuti dal museo nello stesso periodo (1,86 milioni, nello specifico), ma la questione è stata comunque presa molto seriamente. “Abbiamo contattato direttamente queste persone offrendo tutto il supporto possibile” ha spiegato Steiner.

Dopo la scoperta, il museo ha sporto denuncia e informato l’opinione pubblica. Inoltre, un servizio di sicurezza specializzato è stato incaricato di analizzare a fondo le dinamiche dell’attacco e contribuire a mettere in sicurezza i sistemi. In questa direzione, il team di crisi interno al museo sta già alacremente lavorando insieme ad esperti digitali forensi.

Nonostante l’accaduto, un servizio di emergenza sta già garantendo la piena operatività dei servizi essenziali del museo, mentre gli altri servizi verranno gradualmente ripristinati. Al momento, comunque, il Museo di Storia Naturale può essere visitato regolarmente e i biglietti possono essere acquistati, anche online, in tutta tranquillità.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio
i