AperturaAttualità

15 settembre, sciopero globale per il clima. Ecco il programma di Berlino

Come annunciato in una recente conferenza stampa, il movimento ambientalista Fridays For Future si prepara a uno sciopero globale per il clima il prossimo 15 settembre. Questo appello all’azione coinvolgerà oltre 100 località in tutta la Germania e a Berlino sono attese circa 10.000 persone.

Lo sciopero globale per il clima a Berlino

La manifestazione inizierà alle 12.00 davanti alla Porta di Brandeburgo, nella Platz des 18. März, per poi attraversare il quartiere governativo. L’evento vedrà la partecipazione di vari artisti e attivisti, tra cui l’attivista Luisa Neubauer e il comico Abdul Kader Chahin.

Il messaggio di base di Fridays For Future è praticamente identico a quello degli altri movimenti per il clima – nonostante la loro scelta di adottare forme di protesta diverse da quelle di Letzte Generation: chiedono una “politica climatica coerente e giusta” e si dichiarano insoddisfatti dell’operato del governo tedesco in questo ambito. Il movimento sottolinea che la crisi climatica colpisce in modo sproporzionato le persone a basso reddito e accusa la coalizione di governo di mancanza di volontà rispetto alle soluzioni accessibili per il Paese.


Leggi anche:
Fridays for Future critica il governo e annuncia mobilitazione nazionale per il clima

Il motto di questa protesta è #EndFossilFuels (“Fine ai Combustibili Fossili”). Gli attivisti chiedono infatti una legislazione più rigorosa per la protezione del clima, un rapido aumento dei finanziamenti per le azioni climatiche, un maggiore investimento nel trasporto pubblico e la fine dei sussidi alle imprese che producono e distribuiscono combustibili fossili. Questo sciopero globale per il clima rappresenta già il 13° evento di questo tipo organizzato da Fridays For Future. Nel marzo scorso, circa 18.000 persone hanno manifestato a Berlino, mentre un anno fa, a settembre, più di 30.000 persone sono scese in piazza.

In parallelo allo sciopero per il clima, la branca tedesca di Ultima Generazione ha annunciato l’impegno a proseguire con blocchi stradali e con altre azioni di disturbo anche a Berlino. Le proteste, avvisano, dureranno per almeno tre mesi, fino a poco prima delle festività natalizie. Il capo della polizia di Berlino, Barbara Slowik, ha avvertito che le forze dell’ordine adotteranno misure “molto coerenti e molto rapide” per gestire tali azioni di protesta.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio
i