AperturaAttualitàCronacaCronaca Germania

Germania, ancora truffe erotiche: uomini adescati online e poi ricattati

Ancora una volta si ripropongono quelle truffe erotiche che da tempo vanno avanti con modalità pressoché invariate, in tutta la Germania. Donne molto attraenti adescano uomini online e li spingono ad avere interazioni erotiche in cam, che si concludono con riprese video di cui gli uomini sono inconsapevoli e per cui vengono ricattati.

La polizia parla di un giro di truffe di dimensioni preoccupanti, soprattutto nel  Nord Reno-Westfalia, ma da tempo la dinamica si presenta ovunque. L’ultima volta che ci siamo occupati di episodi di questo tipo, ad esempio, lo abbiamo fatto a proposito di una serie di casi avvenuti in Turingia, raggruppati dalle forze dell’ordine sotto la sigla “sextortion”. A quanto pare cambia il Land, ma le modalità restano le stesse.


sextortion

Leggi anche:
“Sextortion”, la truffa del ricatto sessuale dilaga in Turingia

Truffe erotiche: sempre di più i casi. L’allarme della polizia

Gli uomini vengono adescati online e indotti a interagire in cam con donne molto attraenti, con modalità facilmente intuibili. Durante questa interazione, gli uomini vengono ripresi e a quel punto scatta il ricatto. Alle vittime vengono chieste somme di denaro, sotto minaccia di divulgare sui social il video realizzato. Normalmente le vittime pagano, ma questo non sempre risolve i loro problemi.

Il portavoce della polizia, Christoph Hüls, ha dichiarato al tabloid Bild che le somme richieste ammontano a circa 1000 euro, ma a uno degli uomini ricattati è stata chiesta una somma anche maggiore, dopo aver pagato. Sempre in base a quanto dichiarato dalla polizia, inoltre, una delle vittime avrebbe poi effettivamente trovato il suo video online, dopo essersi rifiutata di cedere al ricatto.

Mentre le forze dell’ordine indagano, ricordano che eventuali procedimenti legati a truffe di questo tipo possono far rischiare a chi commette il reato pene detentive fino a cinque anni. Ovviamente, la polizia consiglia alle potenziali vittime di non cadere vittime di un gioco che potrebbe rivelarsi davvero spiacevole.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio