Plus Hostels website
ein europa für alle gegen homophobie antifa
Protesta a Berlino contro i nazionalismi

Erano decine di migliaia di persone, secondo le stime ufficiali, i manifestanti che oggi sono scesi in piazza a Berlino per protestare in modo pacifico contro il nazionalismo al grido di “Ein Europa für Alle”, ovvero “Un’Europa per Tutti”. Il percorso era leggermente più lungo di quello che solitamente viene concesso alle manifestazioni che partono da Alexanderplatz: si snodava infatti per le vie di Mitte fino ad arrivare alla nel cuore di Tiergarten, alla Siegessäule.

ein europa für alle my body my rights

A una settimana dalle elezioni europee, il dibattito su questi temi è particolarmente acceso in Germania, come ha dimostrato la massiccia presenza di partiti e associazioni che si riconoscono in un’idea di Europa unita e fondata sui diritti umani. Ogni gruppo di attivisti, ogni associazione e ogni partito ha sfilato con cartelli e slogan che ponevano l’attenzione su alcuni specifici aspetti della convivenza europea, unendosi in un coro di voci diverse, ma in armonia. Si è parlato infatti di ecologia e di riscaldamento globale, di accoglienza per i rifugiati e lotta all’omofobia, di lotta al populismo e del diritto all’autodeterminazione delle donne. Non sono mancate anche le critiche a ciò che l’Europa ancora non fa o che dovrebbe fare meglio: nelle parole di Klaus Lederer (Die Linke), membro del senato di Berlino con delega per la cultura e l’Europa, “quello che vogliamo è più Europa, e un’Europa migliore”.

 

View this post on Instagram

 

L’A.N.P.I. #Berlino @ #1europafüralle per #Riace. #portiaperti #mimmolucano

A post shared by Il Mitte – Berlin news (@il_mitte_berlino) on May 19, 2019 at 3:58am PDT

 

View this post on Instagram

 

Un altro estratto dall’intervento dell’A.N.P.I. di Berlino. #1europafüralle

A post shared by Il Mitte – Berlin news (@il_mitte_berlino) on May 19, 2019 at 10:09am PDT

Fra gli interventi dai diversi carri che hanno preso parte alla manifestazione, segnaliamo e riportiamo in versione quasi integrale anche quello dell’A.N.P.I. di Berlino, che si è concentrato sul caso Riace e sulla figura di Mimmo Lucano. Il tema dell’accoglienza, d’altra parte, era uno dei più sentiti da tutti i gruppi partecipanti al corteo. Non è un caso che a generare le reazioni più accese sia proprio il punto dolente della politica tedesca, quello che, secondo molti, ha permesso all’estrema destra di recuperare consensi in un panorama politico che sembrava ormai saldamente orientato verso un approccio moderato.

Ein Europa für Alle: 40 manifestazioni in tutta Europa

La manifestazione di oggi si inserisce nel quadro di una mobilitazione a livello europeo, con cortei in oltre 40 città. Lo scopo di queste manifestazioni è sensibilizzare al voto alle prossime elezioni europee, per contrastare l’avanzata delle forze populiste che predicano in modo sempre più aggressivo la disgregazione dell’unione e il ritorno agli stati nazionali. Per questo i manifestanti, a Berlino come in tutte le altre città coinvolte, hanno posto l’accento sull’idea di ciò che ci unisce, come popolo europeo, e sull’arricchimento delle nostre tante e diverse culture.

Lo slogan più visibile, oltre a quello ufficiale di “Ein Europa für Alle” era “Nationalismus Abwählen”, ovvero “votare contro il nazionalismo”. Un invito esplicito a esercitare il diritto di voto, come primario strumento democratico per influenzare l’apparato politico e sociale nel quale viviamo.

ein europa für alle - nationalismus abwählen

Le elezioni europee si terranno fra il 24 e il 26 maggio. Gli Italiani a Berlino possono votare il 24 o il 25 maggio presso l’Ambasciata d’Italia. Tutte le informazioni per esercitare il proprio diritto al voto sono disponibili a questo link.