Le strade di Neukölln [© Montecruz-Foto / CC-BY-SA-2.0]
Le strade di Neukölln [© Montecruz-Foto / CC-BY-SA-2.0]

Un sondaggio condotto da Forsa (1003 telefonate tra il 19 e il 29 gennaio) per conto della Berliner Zeitung ha messo in luce la reputazione positiva di cui gode l’Islam tra i cittadini della capitale tedesca: due su tre guardano alla comunità islamica della città senza pregiudizi negativi. Una tendenza che si conferma in tutta la Germania.

Alla domanda “L’Islam ti fa sentire a disagio?”, il 76% dei berlinesi ha risposto “no”. La sensazione negativa si è dimostrata essere più diffusa nell’ex Berlino Est, dove il 24% dei cittadini si sente a disagio, contro il 17% dei berlinesi occidentali. Tra colori che hanno riposto negativamente, l’82% dei berlinesi ha dichiarato di avere amici musulmani.

C’è comunque un problema di integrazione, secondo il 38% dei cittadini: un problema considerato più impellente della mancanza di alloggi, della mancata apertura di BER e dei malfunzionamenti del trasporto pubblico. Tuttavia, solo una minoranza ha rivelato un atteggiamento negativo verso gli immigrati musulmani.

Sul terrorismo: prima dell’attacco alla redazione di Charlie Hebdo, solo il 26% dei tedeschi percepiva insicurezza; dopo la strage di Parigi la percentuale è salita al 42% a livello nazionale e al 40% nella capitale, dove in molti attendono un attacco terrorista “nel prossimo futuro”, secondo il sondaggio.

Il 57% dei berlinesi approva la dichiarazione di Angela Merkel “Der Islam gehört zu Deutschland” (“L’Islam è parte della Germania”), che fu originariamente pronunciata dall’ex Presidente della Repubblica Federale Tedesca Christian Wulff nel 2011, mentre il 36% non la condivide (il 40% nella parte orientale della città) e i risultati corrispondono anche a livello federale.

Le opinioni differenti sono anche dettate dai gradini generazionali e, chiaramente, dalle posizioni politiche. La maggior parte degli intervistati sopra i 60 anni di età si è detta preoccupata e non considera l’Islam parte della Germania. Lo stesso vale per i sostenitori di “Alternative für Deutschland” (AfD), tra i quali ben il 96% ha dichiarato di non condividere la dichiarazione della Merkel, un terzo si è detto convinto che i musulmani giustifichino il terrorismo, due terzi vogliono limitare l’immigrazione dei musulmani e tre quarti si sentono a disagio nei confronti della religione musulmana.