Guida Germania

Spreebogenpark: un momento di relax sulle rive del fiume

A Berlino, lo abbiamo detto molte volte, abbondano i parchi. Quello che bisogna sapere, però, è che non tutti sono fatti “a forma di parco”: ne esistono anche di nuovi, dal design insolito, che però si presta ad accogliere splendidi momenti di relax. Uno di questi è lo Spreebogenpark, inaugurato nel 2005 a Mitte.

Lo Spreebogenpark è parco urbano di 60.000 metri quadrati, che si estende tra il quartiere governativo e il ponte Gustav Heinemann ed è raggiungibile rapidamente dalla stazione centrale.

Spreebogenpark
Foto: Leonhard Lenz, CC0, via Wikimedia Commons

Lo Spreebogenpark: un omaggio ai giardini distrutti

Costato quasi 10 milioni di euro, lo Spreebogenpark è frutto di un progetto preciso: rendere omaggio, almeno simbolicamente, all’Alsenviertel, il quartiere elegante che a fine ‘800 ospitava le ambasciate di tutto il mondo e che fu prima spogliato del suo ruolo dai progetti di Hitler e poi raso al suolo dai bombardamenti, che risparmiarono soltanto l’ambasciata svizzera. 

Oggi, passeggiando nel cosiddetto “Spurengarten”, ovvero il “Giardino delle tracce”, è possibile ricevere una suggestione dei giardini in stile guglielmino dell’ex quartiere diplomatico. Fra prati fioriti e giardini perenni, questo tratto di città lungo la riva del fiume è stato restituito alla cittadinanza e oggi è amatissimo dai Berlinesi. Oltre ai faggi e alle querce, sono stati piantati anche alberi esotici come il suras e l’ambra, che aggiungono un tocco leggermente insolito a questo spazio verde, già insolitamente geometrico e dal design incredibilmente moderno.

Un ponte tra passato e presente

Questo spazio è frutto del lavoro di un team di architetti del paesaggio, che hanno vinto l’appalto per questo progetto presentando la proposta di un angolo di verde urbano in cui ogni elemento, ogni triangolo di prato, ogni pietra sono parte di un ricco simbolismo che mira a creare un ponte fra la storia della città e la sua vibrante contemporaneità. Questo rapporto fra passato e futuro si esprime principalmente attraverso elementi architettonici che giocano soprattutto con le dimensioni di alto e basso, rappresentando visivamente i diversi “strati” di storia che si sedimentano per comporre l’identità di Berlino.

Il parco, inoltre, è particolarmente suggestivo di notte, quando l’illuminazione notturna del Gustav-Heinemann-Steg scintilla riflettendosi sull’acqua del fiume Sprea.

I suoi prati sono perfetti per rilassarsi, prendere il sole e fare picnic. A Berlino, lo abbiamo detto molte volte, abbondano i parchi. Quello che bisogna sapere, però, è che non tutti sono fatti “a forma di parco”: ne esistono anche di nuovi, dal design insolito, che però si presta ad accogliere splendidi momenti di relax. Uno di questi è lo Spreebogenpark, inaugurato nel 2005 a Mitte. Inoltre, nei mesi caldi, il parco diventa un punto d’incontro per famiglie, gruppi di amici ma anche semplici passanti in cerca di un momento di pace, per prendere il sole su una sdraio, magari gustando una bibita ghiacciata.

Inoltre, un piccolo padiglione nella parte interna viene spesso utilizzato per eventi culturali intimi: un modo per arricchire l’offerta culturale della zona

Articoli Correlati

Lascia un commento

Pulsante per tornare all'inizio