AperturaAttualitàCronacaCronaca: Berlino

Stupro di gruppo a Görlitzer Park: sospettati quattro adolescenti

Un gruppo investigativo della polizia criminale del Land di Berlino (LKA), denominato “Calor”, è impegnato a indagare su uno stupro di gruppo avvenuto nel mese di giugno a Görlitzer Park, nel quartiere berlinese di Kreuzberg. Secondo i resoconti dei media, la vittima, una donna, è stata violentata brutalmente sotto gli occhi impotenti del suo compagno, dopo una rapina.

I sospettati dello stupro hanno tutti meno di 20 anni

Il gruppo “Calor” è stato costituito in seguito a una serie di reati sessuali verificatisi inizialmente a Schlachtensee, il 9 e 10 giugno scorso. La polizia sta attualmente indagando su quattro sospetti, di età compresa tra i 14 e i 19 anni, i quali sono stati sottoposti a perquisizione a metà luglio e che sono attualmente a piede libero.

La polizia e l’ufficio del pubblico ministero hanno deciso di mantenere riservate le informazioni sul procedimento al fine di proteggere l’integrità delle indagini in corso e i diritti delle persone coinvolte.


Leggi anche:
Bambino aggredito, rissa, polizia coinvolta: escalation a Neukölln

 

In aumento i reati sessuali a Görlitzer Park

Görlitzer Park è una nota dolente di Berlino, che è considerata relativamente sicura rispetto ad altre capitali europee. Il parco di Kreuzberg, infatti, è noto per la reiterazione di diversi reati – specialmente lo spaccio di droga – ed è considerato particolarmente pericoloso nelle ore serali e notturne. Nel corso del 2023, fra gennaio a fine giugno, vi sono stati registrati otto reati sessuali, tra cui stupri, coercizioni e aggressioni a carattere sessuale, secondo le statistiche della polizia. Questi dati sono stati resi noti in risposta a un’interrogazione del Senato di Berlino sull’argomento. L’anno precedente, nel periodo da luglio a dicembre, erano stati segnalati altri otto casi. Si tratta di un numero preoccupante, soprattutto se si pensa che la zona della quale si parla è relativamente piccola, rispetto a quella di altri parchi berlinesi. Nonostante questo, la popolazione ha spesso l’impressione che le attività criminali che si svolgono nel parco riescano a sfuggire a qualsiasi tentativo di controllo da parte delle autorità.

Gli inquirenti del gruppo “Calor” non hanno rivelato molto sulle indagini in corso, se non il fatto che queste sono condotte separatamente, dal momento che non sono emersi elementi che facciano pensare a collegamenti fra i diversi casi.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio
i