AperturaAttualitàInformazioni di ServizioVivere in Germania

Germania: si rischiano nuovi scioperi di avvertimento nel settore ferroviario

La Deutsche Bahn e il sindacato dei lavoratori delle ferrovie e dei trasporti (EVG) si accusano a vicenda dopo che il terzo round di negoziati si è concluso senza risultati. La prossima data di negoziazione non è prevista prima della fine di maggio, lasciando aperta la possibilità di nuovi scioperi di avvertimento.

Il direttore del personale della Deutsche Bahn, Martin Seiler, ha affermato che l’offerta presentata martedì è stata la migliore nella storia dell’azienda, ma l’EVG ha continuato a rifiutarla. “L’EVG continua a rifiutare categoricamente di negoziare con noi sui contenuti. Al contrario, minaccia scioperi”, ha dichiarato Seiler.

D’altra parte, il negoziatore dell’EVG Kristian Loroch ha espresso la sua irritazione sostenendo che sia stata la Deutsche Bahn ad abbandonare il tavolo delle trattative.


Leggi anche:
Lunedì sciopero generale dei trasporti in Germania: saltano treni a lunga percorrenza e aerei

Deutsche Bahn vuole evitare nuovi scioperi di avvertimento

L’EVG rappresenta circa 230.000 lavoratori di circa cinquanta compagnie ferroviarie e di autobus e sta negoziando per ottenere un aumento salariale del dodici per cento, ovvero almeno 650 euro in più al mese. Lo sciopero di preavviso di otto ore che ha avuto luogo venerdì scorso ha paralizzato il traffico ferroviario in tutta la Germania.

Il direttore delle ferrovie Seiler ha presentato un “enorme pacchetto basato sul volume del servizio pubblico”, che comprende un aumento del dieci per cento per i redditi medio-bassi, l’otto per cento per i redditi più alti e un premio di compensazione dell’inflazione di 2850 euro in più per tutti. Tuttavia, l’EVG ha rifiutato l’offerta, sostenendo che tale offerta non fosse sufficiente.

La Deutsche Bahn ha sottolineato l’importanza di trovare una soluzione in modo tempestivo per evitare ulteriori disagi ai passeggeri e garantire la continuità del servizio.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio
i