AperturaAttualitàCronacaCronaca: Berlino

Letzte Generation blocca un ponte a Berlino con una colata di cemento

In queste ultime settimane, a Berlino come in altre città tedesche, gli attivisti di Letzte Generation hanno continuato a manifestare nei modi consueti, ovvero interrompendo il traffico e incollandosi all’asfalto. Mercoledì mattina, tuttavia, alcuni sostenitori dell’organizzazione ecologista hanno scelto una nuova forma di protesta, bloccando il ponte stradale Mühlendamm non solo con i propri corpi, ma con una colata di cemento.

Cemento contro le politiche dei trasporti targate FDP

Lo scopo dell’azione è protestare contro la politica dei trasporti dell’attuale governo tedesco, che si conforma soprattutto alle posizioni dell’FDP in materia, e che, secondo quanto si legge nel comunicato degli attivisti, conta sulla costruzione di autostrade per ridurre le emissioni di CO2.


Leggi anche:
Berlino, automobilista passa sul piede di un attivista per il clima: scontri in città

A partire dalle 8.45 circa, mentre alcuni attivisti si incollavano all’asfalto per rallentare il traffico, altri versavano cemento sulla carreggiata, facendone, sempre secondo il comunicato ufficiale, “un uso più sensato rispetto alla costruzione di nuove autostrade dannose per il clima”. A bloccare la viabilità contribuisce anche un furgone, parcheggiato di traverso sul ponte, con un’altra attivista incollata sul tetto. Si tratta di Lina Schinköthe, 21 anni, che prima di salire sul mezzo ha dichiarato: “Non è possibile che i politici se la cavino con affermazioni così assurde. Giocano a poker per ottenere la benevolenza delle lobby dei combustibili fossili e delle automobili e nel frattempo si giocano la nostra sopravvivenza. Il percorso verso il collasso non è ancora definito in modo concreto. Abbiamo bisogno di un consiglio sociale ora per creare percorsi verso un futuro vivibile”

Letzte Generation cemento 1
Foto: Letzte Generation

Le richieste degli attivisti: traporti pubblici a prezzi accessibili e limiti di velocità

Gli attivisti continuano a chiedere una politica della mobilità che privilegi i trasporti pubblici a prezzi accessibili, invece di investire in nuovi tratti autostradali. Un altro punto fondamentale delle loro richieste riguarda l’introduzione di un limite di velocità sulle autostrade tedesche – misura alla quale l’FDP è fortemente contrario, nonostante i sondaggi ne dimostrino la popolarità presso l’opinione pubblica tedesca.

Secondo il centro informazioni sul traffico di Berlino, il blocco del ponte implica ritardi nei percorsi di molti automobilisti pari a 15-20 minuti. Nella giornata di mercoledì si sono verificate proteste di vario tipo da parte dei sostenitori di Letzte Generation in circa 20 città tedesche e gli attivisti hanno annunciato di voler intensificare le azioni dimostrative.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio
i