AperturaAttualitàPoliticaPolitica internazionale

Andrij Melnyk via Twitter dall’Ucraina: la guerra è colpa della politica di appeasement dell’SPD

Pur avendo di recente lasciato la sede diplomatica ucraina a Berlino, l’ex ambasciatore Andrij Melnyk non ha smesso di interessarsi di politica tedesca e soprattutto di lanciare strali ai politici tedeschi su Twitter. Martedì, la sua furia online si è diretta contro il Ministro Presidente della Sassonia Michael Kretschmer (CDU), contro il Presidente della Repubblica Frank-Walter Steinmeier e contro la leader dell’SPD Saskia Esken.

Le accuse di Andrij Melnyk all’SPD: ci negate i Leopard, la guerra è colpa della vostra politica di appeasement

Esken, in particolare, probabilmente immaginava a cosa sarebbe andata incontro, quando ha dichiarato che Melnyk ha fallito nel suo compito diplomatico per conto dell’Ucraina. Come era prevedibile, l’ex ambasciatore non ha preso sportivamente la critica e ha risposto dicendo “È stata la vostra politica di appeasement a rendere possibile questa maledetta guerra”. Ma anche “Salve, cara SPD. Il vostro incubo non è scomparso. Avete gioito troppo presto. Kiev è molto più vicina di quanto si pensi. Saluti socialisti dall’Ucraina, che viene bombardata ogni giorno dalla Russia. E voi ci negate i Leopard”.

In un altro tweet, suggerisce al capogruppo parlamentare Rolf Mützenich di visitare Kyiv, per sperimentare i blackout: “Saluti al compagno #RolfMützenich da Kyiv, il mio quartiere a Podil, il cuore storico della capitale. Ha un aspetto spettrale, senza luci. Vuole passare finalmente a trovarci? O preferisce volare a Mosca per negoziare?”


Leggi anche:
“Oleksii Makeiev è il nuovo ambasciatore ucraino a Berlino: “Buongiorno Germania, ci servono più armi”

Le accuse a Kretschmer: “filorusso, supporta l’odio contro gli ucraini”

Melnyk ne ha anche per i cristiano-democratici: in un altro tweet ha accusato il primo ministro sassone Kretschmer di contribuire alla diffusione dell’odio verso i rifugiati ucraini con la sua presunta politica filo-russa. Nel tweet, Melnyk condivide un articolo della Bild in cui si parla dell’aggressione di due ragazze ucraina da parte di alcuni giovani tedeschi a Hoyerswerda, in Sassonia. “Non voglio disturbarla nei suoi piani di rafforzamento dell’amicizia con la Russia in materia di gas. Ma due giovani donne ucraine sono state aggredite proprio sotto il suo naso. Forse questo odio ha anche a che fare con la sua politica? Qualche idea?” ha chiosato l’ex ambasciatore.

Steinmeier? Ha fatto troppo poco

Gli strali lanciati contro il Presidente Steinmeier, infine, seguono nel solco di un’antipatia ormai radicata e alimentata da numerosi episodi. Nel commentare la visita di Steinmeier in Ucraina, Melnyk ha accusato il Presidente di aver offerto troppo poco aiuto. “I gemellaggi tra città sono importanti, non c’è dubbio. Ma ora gli ucraini hanno bisogno soprattutto di armi pesanti tedesche. Purtroppo anche oggi non sono stati presi nuovi impegni. Peccato”.

Il successore di Andrij Melnyk e nuovo ambasciatore ucraino Oleksii Makeiev non ha commentato nessuna delle dichiarazioni del suo predecessore.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio
i