[© onnola on Flickr / CC BY-SA 2.0]
onnola on Flickr / CC BY-SA 2.0]

Weihnachtsmann è puntualissimo. Ogni anno, la notte del 24 dicembre, il Babbo Natale tedesco – identificato comunemente con la figura di San Nicola, e con quella del Dio Odino dall’antico folklore tedesco – porta i doni a casa dei bambini. Ad accompagnarlo (o sostituirlo, soprattutto nelle regioni meridionali) è Christkind, un bambino con ali d’angelo e capelli biondi, che ricorda da vicino la figura di Gesù Bambino.

In Germania, però, non è necessario aspettare natale per vedere i doni invadere le strade delle città: un’usanza molto radicata, infatti, vuole che piazze e viali ospitino i tradizionali Mercatini di Natale, o Weihnachtsmärkte, durante il mese di dicembre. Qui, molto spesso, i Mercatini non si limitano ad un’occasione per passeggiare e acquistare qualche regalo ad amici e parenti, ma diventano vere e proprie feste popolari che riuniscono la cittadinanza.

Berlino non fa eccezione: la capitale tedesca offre più di 80 mercatini sparsi a macchia di leopardo in tutta la città – da Mitte a Köpenick, da Zehlendorf a Prenzlauer Berg. I Weihnachtsmärkte, che solitamente aprono i battenti dal primo dicembre in poi, offrono oltre ai regali anche dolci, caramelle, panini e l’immancabile Glühwein, il Vin Brulé tipico della tradizione tedesca.

L’appuntamento classico per la cittadinanza è in Gendarmermarkt. Nell’antica piazza, tra le facciate del Deutscher Dom, del Französischer Dom e della Konzerthaus, si snoda ogni anno una serie pressoché infinita di bancarelle colorate. Qui, in un contesto arricchito da performance musicali e teatrali quotidiane, potete trovare decorazioni natalizie, sculture di legno intagliato, ghirlande, oggetti d’artigianato e tantissime altri regali. L’ingresso costa un euro.

A Potsdamer Platz è già cominciato Winter World, che offre anche l’opportunità ai più piccoli di cimentarsi con lo slittino su una pista gonfiabile di neve artificiale. Molto più suggestiva, però, è la cornice fornita dal Castello di Charlottenburg, che ospita in caratteristici chalet di legno più di 200 venditori provenienti da tutto il mondo.

Se volete qualcosa di alternativo, recatevi negli spazi della Kulturbrauerei, a Prenzlauer Berg. All’interno dell’ex fabbrica riconvertita a spazio culturale troverete decine di stand circondati da un’atmosfera unica. Nella lista non può mancare Alexanderplatz, con il Weihnachtsmarkt arricchito da un grande albero di Natale, mentre il mercatino più grande della città (e della Germania, secondo alcuni) si trova a Spandau, tra le mura storiche della Zitadelle.

Se volete una lista completa, potete consultare il sito di Weihnachtsmarkt Deutschland, che offre descrizioni e posizione di ognuno dei numerosi mercatini della città. Se invece arrivate apposta dall’Italia, è consigliabile prenotare un hotel: potete visitare il comparatore prezzi hotel per Berlino sul sito di Trivago.

2 Commenti

  1. Interessante questo articolo per chi vive a Berlino e per chi può passarci magari anche solo un we! Dev’essere entusiasmante ed emozionante girare per la città curiosando, in mezzo a tante luci ed in un’atmosfera festosa … potessi partirei oggi stesso …

  2. È tutto bello, ma lasciate perdere Gendarmenmarkt se avete intenzione di andarsi venerdí/sabato sera. C´é cosí tanta gente che non si puó praticamente camminare.

Comments are closed.