AperturaGuida Germania

I più bei luoghi da visitare in Germania #54: alla scoperta di Monschau

Continuiamo la nostra scoperta delle mete più affascinanti e meno note della Germania, facneo tappa a Monschau. Questa pittoresca cittadina del Nord Reno-Westfalia, vicino al confine belga, sembra fatta apposta per figurare su una cartolina: l’atmosfera rilassata, l’architettura pittoresca, gli edifici colorati e la splendida cornice naturale ne fanno una località ideale per una breve vacanza rilassante, in equilibrio fra storia, cultura e attività all’aria aperta. 

Monschau canva pro

Come spesso avviene nei piccoli villaggi tedeschi, il punto ideale per iniziare a esplorare Monschau è il centro storico medievale, con la piazza sulla quale si affacciano le tipiche case a graticcio e dalla quale partono le strade acciottolate. Da qui è facile raggiungere le principali attrazioni, fra le quali il castello che domina dall’alto la valle. Spingendosi verso i confini esterni, invece, è possibile imboccare i vicini sentieri escursionistici del Parco Nazionale dell’Eifel.

La Casa Rossa

Passeggiando per il centro storico, si rimane subito colpiti dalla Casa Rossa, un edificio residenziale e commerciale del XVIII secolo che incarna alla perfezione lo splendore e l’eleganza della cultura borghese dell’epoca. Fu costruita intorno al 1760 dal commerciante di tessuti Johann Heinrich Scheibler. Con i suoi interni rococò, Luigi XVI e Impero, la Casa Rossa è una splendida testimonianza della storia di questa città, che ha ottenuto fortuna economica soprattutto dall’industria tessile. Visitando le 13 stanze arredate di questo palazzo d’epoca, si possono ammirare mobili d’antiquariato originali, carte da parati preziose e una scenografica scala a chiocciola in quercia intagliata, il cui intarsio richiama le varie fasi della produzione dei tessuti. La Casa Rossa non è solo un museo, ma un viaggio nel tempo che permette di toccare con mano la vita quotidiana e l’opulenza di un’epoca passata.

Monschau canva pro

L’antico mulino della senape

Un altro monumento locale, che testimonia le attività artigianali sulle quali si è costruita la prosperità di Monschau, è l’antico mulino per la senape, uno dei pochi mulini ad acqua ancora in funzione in tutta Europa. Qui è ancora possibile vedere il funzionamento di questa antica lavorazione artigianale, che utilizza tecniche tramandate di generazione in generazione e che viene praticata qui da oltre 100 anni. Il mulino produce una varietà di senape che è possibile degustare e acquistare.

Il castello di Monschau

Il castello di Monschau, che si erge maestoso sulla collina, è un altro punto di interesse imperdibile per chi visita questa antica cittadina. Costruito nel XIII secolo e poi ampliato a metà del XIV, ha subito nel corso dei secoli numerosi rimaneggiamenti e oggi è possibile visitarne alcune parti e godere di una vista impareggiabile sulla città e sui suoi dintorni. La sua importanza e il suo valore storico derivavano in gran parte dalla sua strutture efficace, particolarmente atta alla difesa. Specialmente dopo i lavori del XIV secolo, il castello si presentava infatti come una fortezza quasi completamente inespugnabile. Qui i conti di Jülich resistettero all’assedio dell’imperatore Carlo V e riuscirono a difendersi con onore, per poi soccombere, però, nel 1543. La città fu saccheggiata e il castello danneggiato, portando a nuovi lavori di riparazione e fortificazione nei decenni successivi. Passato di mano in mano, il castello cadde in rovina nel XIX secolo e solo nel successivo fu rimesso in sicurezza dalle autorità locali e ristrutturato. Nel 1971, fu addirittura oggetto di una delle celebri installazioni dell’artista Christo, che lo “impacchettò”.

Monschau
Foto:  © Carschten / Wikimedia Commons / CC BY-SA 3.0 DE, CC BY-SA 3.0 DE, via Wikimedia Commons

Le antiche rovine

Se volete indulgere ancora un po’ all’atmosfera fiabesca del castello e immaginare antiche battaglie, dame e cavalieri, vi consigliamo di visitare la torre che svetta sul Rahmenberg. Da qui, potrete godere di una vista mozzafiato sulla città e la valle circostante. Di questa torre si sa che era un punto di osservazione, dal momento che permetteva di dominare dall’alto un territorio molto ampio. Gli studiosi non sono concordi su chi fossero “gli osservatori. Secondo alcuni, infatti, si trattava di un avamposto di osservazione del castello, dal quale i signori potevano estendere lo sguardo sulla valle della Rur. Secondo altri, invece, aveva la funzione di proteggere il monastero di Reichenstein.

Arte e cultura a Monschau

Per chi ama le espressioni artistiche contemporanee, è consigliatissima una visita al Forum Fotografico della StädteRegion Aachen, ospitato in un edificio di 150 anni. Vale la pena informarsi sul sito di riferimento, poiché questa istituzione ospita regolarmente mostre di fotografi di fama internazionale e promuove attivamente giovani talenti locali. Questo spazio espositivo è un punto di riferimento per gli appassionati di fotografia e un luogo di incontro per scambi culturali e artistici.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio