AperturaAttualità

Berlino, bilancio di Capodanno: meno disordini, ma gravi feriti per petardi illegali

Il bilancio post-capodanno a Berlino, all’alba del 2024, si è rivelato positivo. Dopo il disastro dell’anno scorso, quando per le strade di Berlino ci sono state degenerazioni, scontri, lanci di petardi contro polizia, vigili del fuoco e personale di emergenza, il neo-sindaco Kai Wegner aveva annunciato un piano sicurezza strategico per quest’anno.

Bilancio post-capodanno a Berlino: un banco di prova politico

Gli strumenti messi in campo per quest’anno erano stati un divieto di petardi in alcune strade, più polizia mobilitata nelle zone “a rischio” di Berlino, una serie di colloqui preliminari con persone con precedenti di questo tipo, al fine di renderle consapevoli delle possibili conseguenze penali di nuove violazioni, e prevenzione nell’ambito di progetti giovanili specifici.

Per l’esecutivo, guidato dalla CDU per la prima volta in oltre 20 anni, questo Capodanno si presentava inoltre non solo come una sfida, ma anche come un banco di prova politico, considerando che Wegner, eletto sindaco lo scorso febbraio, aveva presentato un’agenda in cui prometteva espressamente maggiore sicurezza. Nella conferenza stampa tenuta il pomeriggio del 31, inoltre, aveva addirittura dichiarato ai giornalisti “Se necessario, questa sarà la notte della repressione, durante la quale lo Stato di diritto cercherà di affermarsi”.

senatrice agli interni sedicenni
Iris Spranger, dettaglio foto. Sandro Halank, Wikimedia Commons, CC BY-SA 4.0, 2021-12-21 Sitzung des Abgeordnetenhauses von Berlin by Sandro Halank–127, make the picture square by I don’t, CC BY-SA 4.0

La senatrice agli interni Iris Spranger: “Un successo”

In base a quanto registrato all’indomani di questo capodanno 2023/2024, l’operazione sembra aver in qualche modo funzionato. Gli attacchi alle forze dell’ordine e ai vigili del fuoco sono stati casi isolati, mentre hanno avuto netta prevalenza i “tipici” interventi effettuati dalle forze di emergenza a Capodanno, come incendi e violazioni della legge sugli esplosivi.

Ha espresso soddisfazione anche la senatrice agli interni, Iris Spranger. “È risultato evidente che i mesi di preparazione pianificati da vigili del fuoco, polizia di Berlino e dal mio dipartimento, in termini di prevenzione e intervento coerente, sono stati un successo” è il commesso della senatrice.

capodanno in germania

Incidenti ad Alexanderplatz.

Ci sono stati tuttavia momenti di tensione ad Alexandeplatz e in particolare dal lato della Torre della Televisione, a est della stazione, dove gruppi di persone hanno continuato a sparare con pistole a salve e a lanciare petardi tra le gambe dei passanti, facendo temere un’escalation simile a quella dell’anno scorso. La situazione è però rapidamente rientrata e la polizia ha continuato a pattugliare la zona.

Grave la situazione dei per ferite da petardi, pistole a salve e fuochi illegali

Gli arresti che si sono verificati in città, sono stati per lo più per la vendita di petardi e materiale pirotecnico illegale. Secondo la polizia di Berlino, alle 3.00 del mattino gli arresti legati a questo illecito erano già 300, sorprendentemente più dell’anno scorso, quando gli arresti di questo tipo erano stati 145. D’altra parte, nei giorni scorsi, la frenesia dell’acquisto di “botti” per festeggiare capodanno risultava palese, con file lunghe anche 100 metri negli punti vendita. Secondo un sondaggio, i berlinesi hanno speso anche somme a tre cifre, per festeggiare il capodanno con petardi ed esplosioni colorate.

Notizie negative sono state registrate sul fronte dei feriti. Al momento, al traumatologico sono ricoverati 22 pazienti. Angela Kijewski, portavoce dell’Unfallkrankenhaus Berlin, ha riferito alla Berliner Zeitung che i ricoverati sono arrivati con gravi ferite alle mani o agli occhi, a volte molto gravi.

Tutte le sale operatorie sono state occupate per questo tipo di emergenza e anche se i pazienti non sono in pericolo di vita, il loro quadro clinico non è felice. In un caso, parte del volto di un paziente è risultata completamente distrutta e una donna di 56 anni si sarebbe procurata danni irreparabili alla mano con una pistola a salve. Le cause degli incidenti variano dal maneggiamento improprio di petardi e pistole a salve a fuochi d’artificio realizzati in casa, fuori da ogni protocollo di sicurezza.

Buono il bilancio dei vigili del fuoco

Sul fronte dei vigili del fuoco, le chiamate complessive sono state 598, 119 in meno rispetto all’anno scorso, e l’intervento più grande si è svolto a Wilmersdorf, alle 3:30, quando diverse auto sono andate a fuoco in un parcheggio, con un bilancio finale di due auto completamente bruciate, tre feriti e 87 soccorritori mobilitati sul posto. Gli attacchi ai vigili del fuoco sono stati complessivamente 30, meno dell’anno scorso. Nessun soccorritore, inoltre, risulta ferito.


oranke

Leggi anche:
Berlino, tradizionale nuotata di capodanno nel lago Oranke

Capodanno alla porta di Brandeburgo: 65.000 intervenuti, 100 milioni di persone raggiunte mediaticamente

Alla Porta di Brandeburgo, per il grande spettacolo di fine anno, ci sono stati circa 65.000 spettatori, che hanno partecipato in maniera pacifica. Per la prima volta, quest’anno, ai presenti è stato chiesto di pagare una somma di 10 euro per partecipare allo show, che è andato in diretta anche sulla ZDF. Per la prima volta dalla pandemia, inoltre, si è tenuto il tradizionale spettacolo pirotecnico e le immagini della festa hanno raggiunto mediaticamente più di 100 milioni di persone, secondo gli organizzatori.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio