Alessio Bondì in concerto
Foto di Valentina Glorioso

Il 16 gennaio, all’Auster-Club di Berlino (Pücklerstrasse 34 10997), Alessio Bondì e la sua band presenteranno “Nivuru“, secondo album del cantautore palermitano.

“Nivuru” (che in siciliano significa nero) è un “tripudio di ombre e colori”, contaminato dall’afro-funk come dalla musica brasiliana, ricco di percussioni e arrangiamenti ultra-dinamici, ma anche di inserti intimistici in cui la chitarra e la voce dell’artista si prendono completamente la scena.
Il sound di Bondì, vincitore del Premio De Andrè 2013, Targa Siae al Premio Parodi 2014 e finalista al Premio Tenco nel 2015, è ispirato da artisti come Devendra Banhart, Pippo Pollina, Ebo Taylor, Gilberto Gil e Etta Scollo. Songwriter di respiro internazionale, Bondì canta in una lingua arcaica ma contemporanea, capace di suonare esotica, ma al tempo stesso intima: il siciliana. Lo prova il fatto che il suo primo album, “Sfardo”, sia stato definito come “una via di mezzo tra Jeff Buckley e Rosa Balistreri”.

Ricordiamo l’artista palermitano anche per essere stato l’opening act del concerto berlinese di Max Gazzè, lo scorso ottobre. Il suo tour prevede, oltre alla data tedesca, esibizioni a Milano, Roma, Torino e la partecipazione, il 18 gennaio, al prestigioso festival olandese Eurosonic.

Potete trovare maggiori informazioni sull’evento Facebook ufficiale e sulla relativa pagina Eventbrite.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here