Ecologia a due ruote: a Berlino arrivano le biciclette in bambù

17 September 2013

Share Button

Per le strade di Berlino se ne vedono ancora poche, ma non è escluso che possano diventare molte di più nel prossimo futuro. Le biciclette in bambù sono belle, ecologiche, maneggevoli e resistenti e stanno cominciando a diffondersi anche nella capitale tedesca.

Qui sono nati negli ultimi mesi diversi progetti per diffondere la cultura della bicicletta realizzata con i fusti dei sempreverde di origine asiatica. Di bambù è composto, ovviamente, solo il telaio. Tutto il resto – ruote, manubrio, freni, componenti meccaniche – è uguale a quello di una bicicletta tradizionale.

Nascono, intanto, le prime case di produzione di biciclette in bambù. My Boo, ideata dai giovanissimi Jonas Stolzke e Maximilian Schay, poco più che ventenni, è una di queste. Il ricavato delle loro biciclette (ne producono due modelli differenti) verrà devoluto parzialmente a progetti umanitari in Ghana.

Proprio dal paese africano, infatti, è giunta (tramite un amico dei due) l’ispirazione che ha dato il via al progetto: Yonso Project è un programma che insegna ai ghanesi più poveri come ricavare oggetti di utilizzo quotidiano, tra cui biciclette, utilizzando il bambù.

L’unico scoglio, non indifferente, è il prezzo, sempre superiore ai 1000 euro. I modelli di My Boo costano 1980€, quelli personalizzabili di Ozon Bycicles, invece, partono da una base di 1000 e salgono a seconda delle componenti tecniche scelti dall’utente.

Berlino, però, offre già una soluzione alternativa: il do-it-yourself. Dan, Stefan, e David di Ozon, ad esempio, tengono workshop a pagamento per insegnare a costruire la propria bamboo-bike in tre (costruzione veloce) o otto giorni (workshop professionista).

Ma la costruzione di una bicicletta in bambù è una vera e propria arte, pare strano che si riesca ad impararla in così poco tempo. Ancora più economica e rapida la proposta di Berlin Bamboo Bikes, che promette di completare la costruzione di una bicicletta in bambù nel tempo di un weekend. I prezzi, qui, sono inferiori ai 400 euro.

Share Button