Berlino si riempie d’arte, ritorna a settembre l’Art Week

29 August 2014

Share Button
© Stefan Korte / ABC

© Stefan Korte / ABC

di Sara Lazzari

Ancora una volta Berlino diventa il palcoscenico dell’arte contemporanea internazionale: dopo manifestazioni come la Gallery Weekend Berlin, 48 Stunden Neukölln e Open Air Gallery all’Oberbaumbrücke, il prossimo 16 Settembre parte la Berlin Art Week, che movimenterà la vita culturale cittadina per un’intera settimana, attirando artisti, curatori, giornalisti, amanti dell’arte e semplici curiosi.

L’edizione del 2014 (la terza) si presenta come un mosaico composito di differenti iniziative: i tre progetti principali (nonché più attesi) sono ABCArt Berlin Contemporary, Positions Berlin e Artfi – The Fine Art & Finance Conference. Con queste tre differenti formulazioni verranno sviluppati i tre aspetti nodali del mondo artistico (rispettivamente esibizione, compravendita e finanziamenti), mentre lateralmente avranno luogo manifestazioni volte a presentare i migliori risultati dei circoli artistici indipendenti.

Positions Berlin è una neonata organizzazione, fondata all’inizio di questo 2014 dal gallerista Kristian Jarmuschek.  Fino allo scorso anno l’aspetto fieristico all’interno della settimana dell’arte veniva curato da Preview Berlin Projects, società alla cui direzione sedeva una triade composta dallo stesso Jarmuschek, dal curatore Rüdiger Lange e dall’artista Ralf Schmitt; tuttavia, a seguito del delinearsi di alcune divergenze nel direttivo riguardanti il concetto stesso della fiera artistica (con Lange e Schmitt favorevoli ad un formato più simile a quello dell’asta, e Jarmuschek incline invece a posizionare in primo piano il ruolo delle gallerie), il ruolo di Preview nell’edizione 2014 è stato scalzato da Positions.

Con questa sua nuova formula, Positions presenterà oltre 60 gallerie all’interno del Kaufhaus  Jandorf, nel fine settimana dal 18 al 21. Il Kaufhaus  Jandorf è un gigantesco edificio in stile “guglielmino” -da poco rinnovato e reso disponibile come sede espositiva- che si qualifica perfettamente ad ospitare la  manifestazione: i suoi spazi interni verranno infatti integrati in una mostra di architettura. Saranno esposte opere di artisti emergenti delle scuole d’arte cittadine, così come di artisti rinomati, tedeschi e internazionali.

© Stefan Korte / ABC

© Stefan Korte / ABC

ABCArt Berlin Contemporary avrà luogo durante lo stesso weekend, alla Station Berlin / Gleisdreieck. Giunta alla settima edizione, ABC è un evento organizzato dall’associazione omonima (collettivo di gallerie, unitesi con lo scopo di promuovere il ruolo di Berlino come centro del mercato dell’arte e di conglobare i singoli flussi di utenze), e prevede l’esposizione di circa 110 opere (di artisti come Harold Ancart, Mike Bouchet, Karsten Födinger, Tobias Rehberger, Daniel Steegman Mangrane, Fiete Stolte e Haegue Yang) più una serie di iniziative collaterali. Tra le altre: le Gallery nights di Mercoledì 17 (Mitte e Kreuzberg) e Venerdì 19 (Charlottenburg e Schöneberg), visite guidate alle diverse location in collaborazione con Niche, e (l’immancabile) Kinder Programm.

Artfi – The Fine Art & Finance Conference è una conferenza internazionale che si tiene quest’anno per la prima volta a Berlino, a sottolineare il ruolo di sempre maggior spicco assunto dalla città in questo settore. In tale occasione verranno approfondite tematiche legate al mercato globale dell’arte grazie ai contributi di specialisti dei più diversi ambiti di competenza, inclusi artisti, collezionisti, direttori artistici e imprenditori. La conferenza si svolgerà in inglese presso la sede del Tagesspiegel ad Askanischer Platz, il 17 Settembre, con un programma full-day di discussioni, interviste e dibattiti, rivolto ai professionisti del settore ma anche agli amanti dell’arte.

La Berlin Art Week aprirà I battenti martedì 16 Settembre, con l’inaugurazione della mostra collettiva Schwindel der Wirklichkeit / Vertigo of Reality presso l’ Akademie der Künste. La manifestazione ruota attorno alla questione della costruzione e decostruzione della realtà nella dimensione artistica, e presenta differenti strategie e metodi di realizzazione di opere che esistono solo in quanto coinvolgono lo spettatore: da installazioni video a circuito chiuso, a performance partecipative, fino alle più recenti evoluzioni della game art. Tra gli artisti partecipanti spiccano i nomi di Marina Abramović, Alexander Bruce, Peter Campus, Thomas Demand, Olafur Eliasson, Harun Farocki, Hamish Fulton, Jochen Gerz, Dan Graham, Richard Kriesche, Bjørn Melhus, Bruce Nauman, Paidia Institute, Nam June Paik, Michelangelo Pistoletto, Tino Sehgal, e Tale of Tales.

Biglietti per i singoli eventi e per l’intera manifestazione sono acquistabili anche online sul sito di VisitBerlin,mentre il programma è disponibile qui.

Share Button