presidente

di Lucia Conti

Ho incontrato Federico Cassarà presso l’Ambasciata d’Italia a Berlino, giovedì 23 novembre, subito prima dell’incontro “Territorio, sapori, paesaggi: la cultura del gusto e la sfida del turismo sostenibile“, che ha avuto luogo in occasione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo.
Me lo hanno segnalato dicendomi che era appena stato premiato da Frank-Walter Steinmeier, il Presidente della Repubblica Federale Tedesca, per aver vinto un concorso di storia dal titolo “Dio e il mondo: la religione fa la storia”.
I candidati erano più di 5000 e i lavori sottoposti all’esame 1639.
Il giovanissimo Federico, diciotto anni appena compiuti, ha risposto alle mie domande con grande gentilezza e maturità e mostrando di avere già idee molto chiare sui suoi progetti futuri.

Ciao Federico, vuoi presentarti ai nostri lettori?

Mi chiamo Federico Cassarà, ho diciott’anni, per i primi otto anni della mia vita ho vissuto a Torino e da dieci anni vivo in Germania.

Hai appena ricevuto un premio importante, ci spieghi di che si tratta?

Ho partecipato al concorso di storia indetta dal Bundespräsident e ho scritto un lavoro di cinquanta pagine. Quest’anno l’argomento del concorso era il rapporto tra religione e storia e visto che per partecipare si doveva scrivere di un argomento in qualche modo legato alla propria famiglia o al proprio contesto di provenienza, io ho deciso di scrivere delle relazioni tra i cattolici e i comunisti in Italia e agganciarmi alla mia storia familiare. Ho ancora dei parenti in Calabria e mia nonna è cattolica, mentre mio padre invece non è più credente, di conseguenza ho parlato del contrasto tra mia nonna e mio padre per poi espandere l’argomento in una riflessione più generale sul rapporto tra i cattolici e i comunisti in Italia.

Hai quindi spostato una dinamica familiare su un piano più astratto 

Esatto. Ho fatto delle interviste ai miei parenti in Calabria e in seguito ho fatto delle ricerche più approfondite sulle relazioni a livello politico tra religione e comunismo, in Italia, e ho paragonato i due ambiti.

Quando è avvenuta la cerimonia di premiazione?

Stamattina.

Cosa stai facendo, al momento?

Ho dato la maturità a maggio e ho iniziato a studiare economia politica alla Freie Universität di Berlino.

Hai già dei progetti per il futuro?

Mi piacerebbe restare all’università e fare ricerca, ma non mi dispiacerebbe neanche dedicarmi alla carriera diplomatica.

Secondo me hai delle possibilità… in bocca al lupo, Federico

Grazie!