Molecule man è una scultura di alluminio alta 30 metri e del peso di 45 tonnellate che a Berlino tutti hanno visto, ma che molti non conoscono. Inaugurata nel 1999 e collocata vicino ai ponte di Oberbaum e Elsenbrücke, si erge nell’alveo del fiume Sprea rappresentando tre uomini che si uniscono nel punto in cui, dopo la caduta del Muro, si ricongiunsero la parte est e la parte ovest di Berlino.

Tecnicamente la scultura sorge in quella che un tempo era l’intersezione dei tre quartieri di Treptow, Kreuzberg and Friedrichshain. Successivamente Kreuzberg e Friedrichshain sono diventati un unico distretto (nel 2001), mentre Treptow è stato assimilato a Köepenick-Treptow.

I buchi nella struttura rappresentano le molecole che danno il nome all’opera, mentre l’autore è Jonathan Borofsky, che non ha realizzato solo l’esemplare di Berlino. Una sua versione ridotta si trova infatti nell’Iowa, mentre la prima scultura in assoluto di questo tipo è stata realizzata nel 1977 a Los Angeles.

Per la sua particolare struttura e l’impatto visivo che esercita, the Molecule man ha attratto negli anni numerosi spericolati e climbers che hanno cercato di scalarla, ma ovviamente esiste un assoluto divieto di arrampicarsi sulla scultura.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here