Ricky Lee Gordondi Zuleika Munizza- Berlino Explorer

Ancora una volta grazie al progetto Urban Nation, a Berlino è possibile ammirare un bellissimo lavoro di Ricky Lee Gordon. Una tela più che un murale.

Lee Gordon, artista autodidatta sudafricano noto in tutto il mondo per i suoi lavori su larga scala, è fortemente influenzato dalle esperienze meditative e dalle leggi buddiste della natura. L’artista approfondisce argomenti delicati, sottolineando il denominatore comune di tutti gli esseri umani e il legame tra essi: l’interconnessione, il fatto che siamo tutti parte di una vasta e comune rete, ognuno con le proprie unicità.

Nelle sue produzioni troviamo l’esigenza di sviluppare un canovaccio pittorico altamente emotivo sia nelle tematiche che nella realizzazione. Attraverso la chiarezza e la semplicità dei temi trattati, si confronta con la strada attraverso un approccio figurativo realistacaratterizzato da una divisione dello spazio di lavoro, scenari e prospettive che compongono le immagini finali.

L’opera dipinta a Berlino vede Ricky Lee Gordon affrontare lo spazio in maniera libera, non esclusivamente site specific, elaborando un intervento capace di veicolare un messaggio globale, che fa riflettere su uno dei più importanti temi di questo periodo: il cambiamento climatico.

Il lavoro parte da uno schizzo che ricorda una vecchia fotografia rielaborata e crea un’immagine altamente evocativa dai toni surreali e poetici, che comunica un messaggio di cambiamento e speranza verso il futuro.

C’è un cavallo bianco in un palazzo abbandonato, il sole sta calando e una luce dorata filtra nella stanza e sui resti di un palazzo in rovina. L’animale che sopravvive alla devastazione porta il messaggio che la natura sopravviverà, e che ci sarà sempre nuova vita dopo la distruzione.

Sul profilo personale l’artista comunica la sua soddisfazione per come la comunità locale ha accolto il murale e soprattutto il messaggio contenuto.

“Di solito i miei murales sono strettamente connessi con il luogo in cui sto dipingendo, parto da uno schizzo fatto all’arrivo e dopo essermi immerso con la comunità, in questo caso ho preparato uno schizzo con un messaggio universale. Questo mondo è in costante sofferenza, stiamo devastando il pianeta e noi stessi. Con questo murale vorrei condividere una poesia con il mondo sulla realtà di come sono le cose, un promemoria”.

La poesia menzionata da Ricky Lee Gordon è questa:

Die Sonne wird im Ozean versinken (The sun will sink into the ocean)

Der Mond und das Wasser werden steigen (The moon and tides will rise)

Diese Könige in ihren Schlössern werden weggewaschen. (These kings and their castles will wash away)

Il murale si trova a Landsberger Allee 121, Berlin.

Ricerche e foto a cura di: Z. Munizza, responsabile del progetto Berlino Explorer che organizza esplorazioni urbane e visite guidate. Pagina Facebook.

Per Info: [email protected]