Venerdì 23 giugno, alle ore 18.00, l’Ambasciata d’Italia ospiterà “L’Ambasciata incontra… la moda” un interessante incontro sulla moda organizzato con la collaborazione di Macromedia University of Applied Sciences.
L’evento sarà moderato dalla giornalista Maria Latella (“SkyTg24”, “Radio 24”, “Il Messaggero”) e vedrà la partecipazione di cinque giovani fashionists italiani attivi a Berlino, ma ormai lanciati anche a livello internazionale.
Attraverso un’intervista pubblica, i cinque fashionist parleranno della loro storia e in particolare spiegheranno cosa li ha attratti verso Berlino, quali sono stati i pregi e i difetti di questa esperienza e parleranno di quanto sia diventata naturale, oggi, la contaminazione tra moda e design.

Ed è proprio la permeabilità del confine tra questi due settori, che hanno reso famosa l’Italia nel mondo, il cuore di questo incontro. Moda e design, infatti, sono stati in passato circuiti ben distinti, ma l’evoluzione dell’industria creativa li ha avvicinati sempre di più. Con l’obiettivo comune della ricerca del bello, queste due colonne portanti del “Made in Italy” hanno infatti fatto convergere recupero della tradizione e gusto per l’innovazione e in particolare a Berlino, capitale dell’ibridazione culturale, tutto questo è stato possibile in modo. particolarmente incisivo.
Nell’ambito dell’incontro il pubblico intervenuto potrà porre domande.

Un breve profilo dei cinque protagonisti dell’evento

Andrea Bonfini e Nicola Gomiero: sono art director del brand Fade Out Label, nato proprio a Berlino nel 2015 e selezionato da “Who’s Next”, Parigi, e dalla piattaforma internazionale “NJAL” tra i marchi di moda più interessanti del momento. Nel loro atelier berlinese producono collezioni unisex ed ecosostenibili usando prevalentemente tessuto denim riciclato.

Ludovica Diligu: ha fondato il marchio Labo.art, con sede a Berlino e produzioni made in Italy e le sue collezioni sono distribuite negli USA, in Giappone, Corea, Russia e Europa. La caratteristica principale delle sue creazioni è quella di reinterpretare creativamente cotone, lana, lino e in generale i tessuti naturali della tradizione.

Beatrice Paola Ruffini: ha creato nel 2009 il brand distribuito in Europa ALL OFF (beach/loungewear) e ha ricevuto l’apprezzamento unanime della stampa di settore (“Glamour” Italia, “ Cosmopolitan” Italia, “Intima” France, “Cyl” Spagna, ”Intimoda” Russia, “Milano Finanza”, “Oggi” Japan, “Sous” in Germania).
Designer, costumista e stylist, lavora, oltre che per la moda, anche per cinema, tv, eventi, video e advertising.
Nel 2015 ha fondato SET UP PRODUCTION (video produzioni).

Alessia Flavia Vitale: inizia il suo percorso a Berlino come digital artist e crea su “SecondLife” il marchio Violator. Nel 2013 fonda invece FINERBLACK, specializzata in gioielli, accessori e borse. Tra le riviste che ne parlano, anche nomi prestigiosi come “Vogue” e “Glamour”.

Informazioni generali

L’ingresso è gratuito e sarà consentito a partire dalle ore 17.40. Per motivi di sicurezza, si potrà accedere all’evento solo previa registrazione tramite EVENTBRITE entro le ore 23.00 del 22 giugno 2017. Si dovranno necessariamente indicare nome, cognome, data di nascita, indirizzo di residenza ed estremi di un documento d’identità, che andrà esibito all’accettazione unitamente a una stampa del biglietto Eventbrite. Zaini e borse di grandi dimensioni andranno depositate al guardaroba.
Per info: E-mail: [email protected] – T. 030 25440117