16450869571_c72ba8ff8d_z

È pronta a partire la Berlinale 2017, famosissimo festival internazionale del cinema che ogni anno catalizza l’attenzione degli addetti ai lavori, dei cinefili e dei curiosi. Dal 9 al 19 febbraio saranno in programmazione in vari cinema della città circa 400 film divisi in cinque sezioni, quasi tutti recentemente prodotti e a volte assolute première. Presenti però anche delle retrospettive che ripropongono classici del passato sempre molto apprezzati. Potete dare un’occhiata al programma completo qui, sul sito ufficiale della manifestazione.
Le sezioni che attirano maggiormente l’azione del pubblico che orbita a Berlino sono “Panorama“, focalizzata sul cinema indipendente e d’essai, e “Forum“, che presenta lavori dal taglio documentaristico ed esprime una speciale attenzione sulla politica e i temi sociali. Importante anche “Generation“, sezione interamente dedicata a bambini e ragazzi, vale a dire lo sguardo del cinema di domani.

La Berlinale è l’evento che normalmente, per circa due settimane, rende la “cittá dell’orso” un viatico per circa 20.000 addetti ai lavori da tutto il mondo e un’attrazione per 4.000 professionisti del giornalismo e dei media. Il festival è tuttavia importante anche per i suoi workshop, le sue discussioni pubbliche su vari temi e progetti e per l’intensa e proficua interazione tra soggetti interessati a nuove cooperazioni e investimenti di settore.
Importantissimi a questo proposito lo European Film Market (EFM), che vede 550 compagnie cinematografiche e più di 9000 professionisti dell’industria cinematografica incontrarsi e negoziare diritti e proposte legate ai singoli film, il World Cinema Fund (WCF), che stanzia fondi per sostenere proposte provenienti da nazioni in cui il settore cinematografico è debole e Berlinale Talents, che fa incontrare 250 sceneggiatori, registi, produttori, attori, autori di colonne sonore, distributori e critici di talento con professionisti affermati dell’industria globale.