Lampedusa_in_Berlin_no_text-724x1024(2)

Dopo oltre 120 screening in ogni parte del mondo, il documentario “Lampedusa in Berlin”, di Mauro Mondello e con la fotografia di Paolo Lafratta, torna a Berlino per un’ultima proiezione: un’occasione per tornare a discutere di rifugiati e migrazione in Europa in maniera condivisa.

L’evento, Lampedusa in Berlin – Last Screening and Panel Discussion, è organizzato da Le Balene possono Volare, in collaborazione con “Il Mitte”, per giovedì 23 giugno, a partire dalle 20.30, presso il Wale Cafe di Neukölln. Oltre a “Lampedusa in Berlin” verrà proiettato anche il documentario “Stateless”, di Mauro Mondello e Nunzio Gringeri. Dopo le proiezioni, si terrà un dibattito aperto, alla presenza di Mauro Mondello e di Paolo Lafratta.

Dal 2011 ad oggi, dopo lo scoppio delle guerre in Libia e Siria e le rivoluzioni divampate inTunisia, Egitto e Yemen, il fenomeno della migrazione da Africa e Mondo Arabo verso l’Europa è drasticamente mutato. Milioni di uomini e donne sono infatti stati costretti ad abbandonare i loro paesi di origine e gli Stati nei quali avevano deciso, nel tempo, di stabilirsi per vivere e lavorare, spesso perché in fuga da guerre e persecuzioni etniche.
Non più, dunque, migranti economici in cerca di un futuro migliore, ma profughi e rifugiati la cui unica scelta è stata quella di imbarcarsi verso le isole di Lampedusa, Kos, Malta, divenute dei veri e propri non-luoghi destinati ad accogliere le tragedie personali di quanti, quasi sempre senza altra scelta possibile, hanno raggiunto le coste europee.
L’emergenza dei profughi siriani – con l’esodo di massa lungo la cosiddetta rotta balcanica, attraverso Turchia, Grecia, Macedonia, Serbia ed Ungheria – ha provocato un’ondata emotiva in qualche modo inedita, riaccendendo i riflettori della discussione pubblica sul tema della migrazione e sulla necessità, da parte dell’Unione Europea e di tutti i suoi cittadini, di rivedere un approccio politico e legislativo che evidentemente, sino ad ora, ha fallito su tutta la linea.
Nel corso dei primi sei mesi del 2016, nonostante gli arrivi di profughi e migranti non si siano fermati e la guerra in Siria continui ad impervesare, i media europei, e con loro tutta l’opinione pubblica, sono tornati a disinteressarsi del tema, rinfocolato soltanto da un dibattito politico che vede l’avanzata della destra populista in tutto il continente.

locandina stateless

In questo senso, la proiezione del 23 giugno dei documentari “Lampedusa in Berlin” e “Stateless” e la discussione a seguire diventeranno un’occasione importante per ritornare a discutere in merito a un tema fondamentale dell’agenda politica europea e per riprendere la riflessione intorno a una questione, quella dell’accoglienza, che riguarda da vicino la coscienza sociale di ogni cittadino, di ogni essere umano.

Lampedusa in Berlin – Last Screening and Panel Discussion
Giovedì 23 giugno, ore 20.30
Wale Cafe

Proiezione dei documentari “Lampedusa in Berlin” e “Stateless” e discussione a seguire con il regista Mauro Mondello e il direttore della fotografia Paolo Lafratta.

Photo by Paolo Lafratta
Photo by Paolo Lafratta