deutsche-bank-doubles-down-on-bond-trading-in-the-us-with-big-hire
© Reuters / Luke MacGregor

 

Non solo le banche italiane sono nel tifone della crisi. La Deutsche Bank, colosso tra le banche tedesche, cade in ginocchio. Tra cause legali e multe da capogiro, cali delle entrate e oneri di ristrutturazione, si parla di 6,8 miliardi di euro di perdita nel 2015 (£ 5,2 miliardi).

Cifre da capogiro, per utilizzare uno stereotipo calzante.

La banca è pronta a licenziare 15.000 dipendenti. Colpa dei costi di ritrutturazione, lo abbiamo detto.
Ci sono in ballo 6.000 cause legali e sono già 9.000 le unità del personale permanente ad aver perso il posto di lavoro. Si aggiungono i 6.000 lavoratori esterni

Un altro numero? La multa record di cui vi parlavamo è di 2,5 miliardi di dollari. Motivo? Il coinvolgimento nelle manipolazioni dei tassi d’interesse.

deutsche-bank-john-cryan100-_pd-1442240341834_v-z-a-par-a-l
John Cryan, chief executive Deutsche Bank

John Cryan, chief executive della banca ha promesso un drastico cambiamento all’interno della banca, ma è chiaro che le difficoltà che dovrà affrontare sono davvero enormi.

“Ci concentriamo sul 2016 per risanare i debiti e saldare i contenziosi. Continuerà la nostra opera di risanamento e ristrutturazione”

Fonti:

Telegraph

Photo by ell brown

Photo by ell brown