capodanno berlino photo
Photo by lyonora

di Mattia Grigolo

La Notte di Capodanno. La popolazione terrestre si divide tra quelli che la odiano e quelli che la amano. Coloro che non sopportano i petardi, i fuochi d’artificio, gli infermieri dei Pronto Soccorso che fanno gli straordinari. Oppure quelli che sguazzano tra la polvere da sparo e le bombe carta, quelli che forse, per una notte soltanto, hanno il potere di sentirsi potenti davvero. Nessuna illazione, giuro. Ho scritto forse. La Notte di Capodanno, quando ogni grande metropoli si trasforma per dieci minuti, non di più, tempo di esaurire le urla, il fuoco e i brindisi. Le promesse. Le richieste. La Notte di Capodanno, voi da che parte state?

Ogni città ha la sue regole legate alla Notte di Capodanno, il suo vestito buono. Un’etichetta per posizionarla negli scaffali del Pianeta Mondo e poter scegliere tra il meglio del peggio.

Ricordo che nel 2000 festeggiai la maggiore età. Io e i miei amici decidemmo di salutare il passaggio dagli anni novanta al nuovo millennio ad Amsterdam, in Piazza Dam. Scappammo dopo tre minuti dallo scoccare della mezzanotte. Luca se lo ricorda ancora quel razzo che gli spararono ad altezza petto. Pareva di stare in guerra, solo che la gente non moriva, sorrideva. E perdeva le dita.

A Capodanno 2012, l’ultimo passato in Italia da domiciliato a Milano, trascorremmo la notte del 31 in casa mia: 70 mq – venti persone. Suonammo i dischi fino al mattino, bevemmo molto. La cosa che si avvicinava di più ad un petardo erano le canne che ci si fumava in cucina. Le stelline colorate – credo di non sapere in che altro modo possano chiamarsi – colarono sul parquet creando grossi buchi neri nel legno.

Credo di non essere mai andato a ballare la Notte di Capodanno.

Berlin/ Ein Mitarbeiter der Berliner Stadtreinigungsfirma Ruwe kehrt am Dienstag (01.01.13) vor dem Brandenburger Tor in Berlin den bei der vorangegangenen Silvesterparty liegen gebliebenen Muell zusammen. Tausende Menschen aus aller Welt hatten in der Nacht zum Dienstag vor dem Brandenburger Tor das neue Jahr begruesst. Foto: Theo Heimann/dapd
Foto: Theo Heimann/dapd

Berlino. Diciamo che credevo fosse una città tranquilla durante la Silvesternacht, quantomeno in riferimento alla questione botti di Capodanno. Invece no, bombe a mano e tric trac, come diceva quel tale. L’anno scorso abbiamo festeggiato a casa di amici, in pieno Boxhagener Kiez. Ci sono due scene che non dimenticherò mai, entrambe viste attraverso i vetri della finestra chiusa: la prima è il fumo. La strada davanti a noi, quattro piani più sotto, non si distingueva dalla quantità di nebbia creata dalle decine e decine di petardi e razzi che venivano sparati. La seconda è il fischione che finì con uno schianto sul vetro doppio della finestra, dietro la quale c’era il mio volto. Fine.

Detto questo, Berlino in occasione della Silversternacht, sa essere molto speciale, come consuetudine di questa stramba città popolata da buffi individui che compiono azioni bizzarre, quali siamo noi.

Ci siamo messi lì, con tutta la redazione al completo e abbiamo scavato nel web e tra le esperienze dirette, al fine di fare una lista – sicuramente non completa – di cosa propone questa Notte di Capodanno 2015 berlinese. Abbiamo cercato i party più succulenti, soprattutto quelli che durano dai tre ai quattordici giorni, come da consuetudine nella capitale che non dorme mai.

Abbiamo fatto anche di più, però; abbiamo pensato a coloro i quali non importa niente di fare baldoria e di festeggiare il passaggio diretto, bensì tenersi in forma per il Day After. Il giorno dopo, quando sembra che tutto taccia. Sembra.

Eccolo qui, dunque, il nostro listone. Tutta la redazione de Il Mitte spera che possa esservi d’aiuto, per districarvi nella non facile scelta del “Cosa faccio la notte del 31?” Chiaramente non vuole essere esaustiva, tutt’altro. Anzi, siete invitati a dare il vostro contributo. Avanti tutta.

3-format43
© EORG SCHOENHARTING / VISUM
Zahlreiche Müllreste der Silvesternacht sind am 01.01.2014 in Berlin zu sehen. Bei dem Open-Air-Spektakel entlang der Straße des 17. Juni feierten Menschen aus aller Welt den Jahreswechsel. Foto: Jörg Carstensen/dpa +++(c) dpa - Bildfunk+++
dpa – Bildfunk

PARTY NON-STOP 

Cominciamo dalla parte più succulenta, i famosi party berlinesi nei famosi locali berlinesi con la famosa regola berlinese di non fermarsi mai. Ne abbiamo scelti alcuni, poi vi abbiamo messo il calendario di Resident Advisor, così fate da soli.

SILVESTER 2015 – Berghain

Il club più famoso del mondo apre le sue porte esattamente un’ora dopo lo scoccare della mezzanotte e va avanti ad oltranza, per giorni. Non si è dato di sapere quando chiuderà. Ciò che sappiamo è che ci sono 40 dj in line up e quattro sale aperte. In bocca al lupo, chiunque voi siate. Info

HIPPIE NEW YEAR – Ritter Butzke

Atmosfere colorate, venti dj, venti ore no stop, tra live e dj set. Roba da hipster e gente allegra. Info

NYE 2015/2016 – Tresor

La spalla del Berghain. Il locale in cui ci va chi viene “rimbalzato” da Sven e quello che, soprattutto negli ultimi anni, si è riempito di ragazzini. La fama del Tresor si sta sgretolando, forse soltanto dalle linguacce malfidenti come la nostra. La notte del 31 apre alle 22.00 e prova a fare sul serio. In fin dei conti resta uno tra i migliori club d’Europa, una firma sulla storia della club culture. Info.

HYTE BERLIN NYE – Arena Club & Glashaus

In occasione del cambio dell’anno l’Arena Club collabora con Hyte, party che si svolgerà in contemporanea anche ad Amsterdam, Barcellona, Ibiza, New York e in Chile. L’Arena, altra storica perla dei club a Berlino, apre le porte della Glashaus, zona che utilizzata solo poche volte durante l’anno. 10.000 mq. Devo aggiungere altro? Roba da ingegneri. Info

 

ALTRI PARTY

Per chi vuole stare più tranquillo, per chi non ama la musica techno e non impazzisce per i dancefloor. 

SWINGING SILVESTERBALL 2015/2016 – Delphi Berlin 

Il più famoso party swing anni 20 di Germania festeggia il Capodanno al Delphi Berlin. Imparate a ballare e visitate i negozi vintage, sia mai vi sentiate fuoriluogo e fuori epoca. Info

LA BOHEME – Deutsche Opera Berlin

Capodanno pomeridiano alla Deutsche Opera. I biglietti partono dai 107 euro. Fate vobis.

 

CAPODANNO IN STRADA

Meglio di qualunque parola per definire cos’è il Capodanno berlinese per strada e nelle piazze è il seguente video. 

 

THE DAY AFTER

Per la serie “A Capodanno stai a casa ed esci quando la festa è finita” ecco alcune ‘iniziative’ interessanti per tutti coloro che della notte del 31 dicembre non gl’interessa molto.

BERLINER NEUJAHRSLAUF – Brandenburger Tor

Partenza alle 12.00 del 1 gennaio dalla Porta di Brandeburgo. Storica maratona di beneficenza senza premiazioni. Quattro chilometri. State freschi, niente cenone la sera prima. Info

AMBIENT MUSIC FOR ORGANS AND SYNTHESIZERS – Zionskirche Berlin

Roba da intellettuali della musica. Info

TOUR DELLA CITTA’ “LA QUIETE DOPO LA TEMPESTA”

Voi non avete idea di cosa potreste trovare per strada all’alba, quando l’inferno della notte è cessato e l’asfalto è costellato da petardi esplosi, cestini dell’immondizia incendiati e gli ultimi resistenti festaioli che ciondolano tra le vie di Berlino. Portate la macchina fotografica.

I LAGHI

Per tutti coloro che non sopportano la città quando si incendia, ovvero quelli che evitano come la peste la zona del Warschauer Brücke durante i week end. Puntate i laghi, ci sono molti alberghi e residenze che propongono anche cene di Capodanno a prezzi contenuti. Ideale per padroni di cani terrorizzati dai botti di Capodanno. Consigliamo il Grunewaldsee, c’è il Paulsborn, cliccare per credere.