ray
© Ray Perezoso

Se non siete mai stati alla Clärchens Ballhaus non avete capito niente. Se non vi siete fermati d’estate, per un pranzo tipico tedesco, per una pizza oppure anche solo a bere una birra nel magnifico giardino del Gipsy Restaurant, non avete capito niente. Se non siete mai entrati nella magnifica Spiegelsaal (Sala degli Specchi) al piano superiore, non avete capito niente. Se non vi siete fermati a sentire una tra le decine di concerti nella famosa Sala da Ballo al piano terra, oppure ad ammirare i corsi di ballo settimanali, non avete capito niente. Insomma, se non conoscete la Clärchens Ballhaus, non avete capito niente di cosa è importante visitare a Berlino, che voi siate turisti o che voi siate residenti. Quindi rimediate. E’ un consiglio spassionato.

Quest’anno, oltretutto, compie 100 anni.

E’ stata fondata nel 1913 dalla famiglia Bühler e resta una delle case più storicamente importanti di Berlino. E’ rimasta in piedi dopo una guerra, questo la dice lunga. Un gioiello vero e proprio, un luogo sacro per Berlino e per i berlinesi, ove rimangono in piedi parte dei tormenti della capitale tedesca, di tanto in tanto così oscuri, ma con dei punti di luce a rischiarare gli angoli. Uno di questi è proprio la ballhaus. All’ingresso principale della Sala da Ballo è ancora conservato, appeso ad uno dei muri davanti al guardaroba, un avviso dei tempi della DDR, recante scritto che questo è un luogo di perdizione dove si praticano “cose vietate”. Lo riportiamo in modo chiaramente ironico, ma non lo è. La Clärchens Ballhaus è un luogo che ha resistito, salda sulle sue fondamenta, senza cedere mai il passo. E’ un’istituzione fra i locali storici berlinesi. Nasce prima del Berghain, prima del Tresor, prima di quasi tutto ciò che ha fatto la storia del divertimento di questa città.

Spiegelsaal_Tageslicht
Spiegelsaal © Clärchens Ballhaus

In occasione dei suoi 100 anni di vita, l’editore Nicolai Verlag ha pubblicato un volume interessantissimo, scritto e disegnato da  Marion Kiesow, guida turistica che offre visite anche all’interno della storica ballhaus, la domenica, nelle quali si può sentire, palpabile sulla pelle, tutta la storia che regge l’edificio. Talvolta le visite si concludono con una passeggiata lungo Augustrasse, strada adiacente alla Clärchens Ballhaus, una tra le vie di Berlino con più “segreti” e aneddoti interessanti. Ci si saluta con un pezzo di torta e un caffè.

Il libro s’intitola “Berlin tanzt in Clärchens Ballhaus: 100 Jahre Vergnügen – eine Kulturgeschichte” ed è corredato da magnifiche foto, schizzi e disegni. La storia di questo luogo magico, che tutti dovreste conoscere.

Altrimenti non avete capito niente.

Berlin, Deu. Bar im Spiegelsaal in Clärchens Ballhaus | [ (c) Bernd Schoenberger, Auguststraße 25, 10117 Berlin, Tel: +49163-8301653, E-Mail: mail@berndschoenberger.de, Web: www.berndschoenberger.de, Konto: Deutsche Kreditbank Berlin BLZ 12030000 Kto.Nr. 2036143; IBan: DE55120300000002036143, SWIFT-BIC : BYLADEM1001 ]
Spiegelsaal © Clärchens Ballhaus
ballhaus1_444672a
© NICOLAI DER HAUPTSTADTVERLAG
Clärchens Ballhaus Berlin photo
Photo by La Laetti