Pergamonmuseum photo
Photo by visitBerlin

Io ho guardato al principio la vallata, vastamente ho aperto gli occhi, dall’alto di Pergamo.
Io sono nata come la guerra, come la battaglia tra Dei e Giganti, ed ero teatralità quando il teatro si andava inventando e arte quando dell’arte si andavano definendo i canoni.
Io ho assistito al lento dischiudersi del mondo.
Io sono sopravvissuta all’invasione dei barbari e a duemila anni di storia.
Io sono stata raccolta e protetta da archeologi tedeschi, quando i tedeschi erano dalla mia parte.
Io sono ancora oggi nelle loro mani e, mentre parlo, mi levigano con gli scalpelli, mi sistemano ben bene, avendo cura di me.
Io sono la pietra, la scultura, l’origine della bellezza e della civiltà.
Io rappresento il luogo natio in cui l’umanità posò per la prima volta uno sguardo consapevole su se stessa, oh Grecia.
Restituita al corso del tempo, sotto la punta di questo bulino, mentre implacabile avanza la sentenza degli uomini e delle cose, io parlo per bocca di Apollo e Dioniso, e con le fattezze di Atena e di Ares.
Una parola appena, ma che possa, con il suo senso, risuonare come un monito in questo disgraziato presente.

  • Naviga la mappa per foto e per localizzare il luogo che ha ispirato la cartolina

☟⬇⬇↓☟


*Questo post è stato pubblicato originariamente su Povera Ma Sexy – Postkarten aus Berlin, un progetto di Nora Cavaccini. Segui il progetto su Facebook.

Povera Ma Sexy – Postkarten aus Berlin è un “viaggio” fisico e letterario a Berlino. Un percorso che nasce dall’esperienza personale di chi scrive ma che, al tempo stesso, può rappresentare una via alternativa per scoprire la città. Per tutti coloro che, in un modo o nell’altro, ne subiscono il fascino. Berlinesi e non.

Ogni post è costituito da un breve un racconto. A ogni racconto è associata una mappa. Qui, cliccando sugli indicatori, comparirà una descrizione. Si tratta di informazioni “turistiche” che non mirano ad essere esaustive ma a collocare meglio il racconto nei luoghi che lo hanno ispirato.