I fucked your mother 3
© I fucked your mother / Screenshot

Lucia Conti, oltre e prima di essere la redattrice di una nostra rubrica, è anche la voce della band italo-tedesca Betty Poison (e abbiamo già parlato in passato, una volta qui e un’altra qui).

Dopo diversi tour europei, un tour negli Stati Uniti e uno in Giappone, i Betty Poison, escono con il terzo ep, registrato da Boris Wilsdorf (il produttore storico degli Einstürzende Neubauten) e anticipato da “I Fucked your Mother”, videoclip anti-omofobia che mette in risalto, attraverso scene che potrebbero sembrare sconvolgenti, ma che sono – e dovrebbero essere per tutti – la normalità, l’amore negato da chi ritiene che gli omosessuali debbano nascondersi, curarsi, scusarsi per quello che sono o camminare in punta di piedi per non turbare la società. In contrapposizione però, ai maggiori simboli del fondamentalismo religioso e politico.

Nel video compare anche Alessandra Perna, leader della band romana Luminal, che hanno diviso il palco dell’Arena di Verona con i Placebo.

Betty Poison
@Betty Poison