© Condor.com / CC BY NC ND 2.0
Mehdorn, a sinistra [© Condor.com / CC BY-NC-ND 2.0]

Nemmeno in tempo ad annunciare una buona notizia, la presenza di una data (sebbene lontana) di apertura per l’aeroporto di Berlino, che ecco un nuovo terremoto scuote quello che sembra essere il “lavoro in corso” più tormentato della storia tedesca.

Ieri Hartmut Mehdorn, CEO dell’aeroporto in costruzione, ha annunciato le proprie dimissioni, che saranno effettive a partire dal giugno del 2015, in tempo per garantire una transizione morbida verso i nuovi quadri dirigenziali.

Il suo contratto sarebbe dovuto terminare nel marzo 2016, ma nelle ultime settimane alcuni giornali cittadini hanno parlato dei suoi rapporti “complicati” con le compagnie partner dell’aeroporto, mettendo in luce le dispute sul rinnovo del contratto con l’amministrazione regionale.

Piccole macchie che hanno spinto Mehdorn a queste dimissioni inaspettate, che potrebbero anche essere effetto di pressioni indirette da parte del nuovo sindaco Müller. Qui, però, si entra nel campo delle speculazioni. Il gesto di Mehdorn, invece, appare una certezza.

Per approfondire le conseguenze e le vere ragioni del passo indietro dell’amministratore delegato di Flughafen Berlin Brandenburg GmbH, vi consigliamo questo articolo del Tagesspiegel.

1 commento

Comments are closed.